venerdì 14 novembre 2014

Omaggio alla bella lettera di addio di Beppe Dettori ai Tazenda dopo sei anni da protagonista

Dopo sei anni, Beppe Dettori lascia i Tazenda, Il cantante era entrato nella band nel 2006, dopo la prematura del fondatore del gruppo, Andrea Parodi. Da qualche giorno si rincorrevano le voci di un suo possibile addio. Questo il suo annuncio sulla sua ...


Autore: Andrea Matta

Dopo sei anni, Beppe Dettori lascia i Tazenda, Il cantante era entrato nella band nel 2006, dopo la prematura del fondatore del gruppo, Andrea Parodi. Da qualche giorno si rincorrevano le voci di un suo possibile addio. Questo il suo annuncio sulla sua pagina facebook. “Dopo aver appreso dai giornali e da facebook la notizia ufficiale della mia "sortita" dal gruppo musicale dei Tazenda a mia completa insaputa...già, mi si chiese due mesi fà di aspettare a dare la notizia ai giornali e social net-work...poi comunicato su fb della ricerca di un altro cantante senza dare nessuna "pallida" spiegazione al sottoscritto...ma, va bè...capisco la scorrettezza , se conscia o inconscia ormai poco importa...la realtà è questa, nessun rispetto.” Dettori racconta la sua storia nella band e il perché del suo addio. “6 anni di tazenda, concerti, dischi, emozioni, promozioni, successi, fiaschi, litigi, abbracci e lacrime e tanto lavoro e, ancora, relazioni umane e artistiche, diversità di vedute, rispetto a strategie e gusti musicali, hanno sgretolato in me quel fattore entusiasmo
(dilagante, al contrario, nel periodo di lavorazione al progetto VIDA). Ho scelto, perciò, di "allontanarmi" dalla band, x motivi strettamente personali, in primis e per mancanza di intesa artistico-musicale e progettuale, in secondis. detto questo per soddisfare le curiosità più morbose di chi non può fare a meno di contemplare il "sistema" che stà e ci stà facendo collassare in tutti gli aspetti della vita.” Invece vorrei dedicarvi questa meravigliosa canzone (la cover di Hallelujah di Jeff Buckey, ndr) che parla di amore...fisico e spirituale...vero e autentico...con la speranza di inviare Amore e serenità a tutti voi e ai miei...ex...compagni d'avventura ai quali và la mia più grande stima e rispetto, e non importa se la cosa non è ricambiata, nè sottolineata più o meno pubblicamente...si "seccherà" anche questa volta...BUONA PROSECUZIONE DI VITA a tutti, ai commenti belli e brutti, all'egocentrismo sano e malato alle vittorie e alle sconfitte, ai tre super poteri (di cui ogni essere umano, salvo rare eccezioni, è provvisto) AMORE, SPERANZA, DETERMINAZIONE, che quando riescono a coesistere e si compenetrano in modo ciclico scaturisce quello stato di benessere emozionale che definiamo FELICITA'. vi auguro questo dal più profondo del cuore. buon ascolto, beppe.” “Per chi è più curioso invece e vuole sapere dettagli intimi sappia che bisogna PAGARE e non ipotizzare, vedi Giornalista dell'Unione e de La Nuova, che scrivono cose inesatte e senza un briciolo di tatto (e minchia una telefonata, dai...vale anche x g&g )” Dettori scrive del suo futuro artistico “sono molto preso da "cose" che avevo in passato e nuovi altri, nati sulla base di esperienze e studi vocali...decisamente appaganti. Forse molto poco da classifica...per me la musica non è solo la classifica delle vendite e dei passaggi in radio...ma credere in una visione più larga, che la "musica" cioè il linguaggio che ho scelto mi dà e mi deve dare ogni giorno affinchè io sia felice di fare questo mestiere... è davvero tutto x ora...a presto. beppe”

http://www.castedduonline.it/beppe-dettori-lettera-daddio-tazenda-dopo-sei-anni-da-protagonista

Nessun commento:

Posta un commento