giovedì 5 marzo 2015

2 milioni a Sgarbi: cifra oscena, ma non troppo

Interrogazione in consiglio regionale sul milione e 900 mila euro di contributo stanziato dalla giunta Maroni. Il critico d’arte: «Spero che i soldi siano di più»

di Andrea Galli

Sì, ammette Vittorio Sgarbi, direttamente chiamato in causa dal Partito democratico: «Sì, la cifra è oscena». Ma «modestamente oscena. Perché io voglio ben sperare che i soldi alla fine saranno di più, molti di più. Anche se forse certi politici locali ignorano le meraviglie di questa città che abbiamo il dovere di valorizzare e mostrare al mondo... Però, senta, io come devo rispondere a questa gente qui?». Il primo al quale rispondere è il segretario regionale del Pd Alessandro Alfieri che ha presentato un’interrogazione in consiglio regionale sul milione e 900 mila euro di contributo stanziato dalla giunta di Maroni per i progetti culturali «Belle Arti» di Sgarbi
. Stanziamenti che, è la convinzione di Alfieri, avvengono quando «i territori rimangono all’asciutto».

Ora, Sgarbi ripete che si aspetta maggiore investimenti ed elenca i palazzi (Clerici, Isimbardi, Litta, Cusani soltanto per elencarne alcuni) che ospiteranno i percorsi organizzati in concomitanza con l’Expo. Percorsi (in tutta la Lombardia) insieme artistici e spirituali con l’obiettivo di «studiare» i libri antichi, percorsi che Sgarbi sta curando per allargare la «geografia» e le opportunità concesse ai visitatori dell’esposizione universale, percorsi che porteranno dinanzi a capolavori universali troppo spesso «nascosti», se non dimenticati.

informazione completa qui

Nessun commento:

Posta un commento