giovedì 11 settembre 2014

Roberto Quaglia: IL MITO DELL'11 SETTEMBRE e l'opzione del dottor stranamore....







La storia di questo libro

Maggio 2003:
Roberto Quaglia pubblica sulla rivista di fantascienza Delos "Tutto quello che avreste sempre voluto sapere sull'11 settembre, ma che non avete mai osato chiedervi". Fu in assoluto il primo articolo ad apparire sul Web italiano su questo argomento. Quarantamila persone lessero l'articolo online nei mesi che seguirono. E' imprecisato il numero di coloro che loo lessero in seguito nella miriade di siti che piratarono l'articolo

Settembre 2003: L'articolo viene ripreso nel libro "Tutto quello che sai è falso", del quale è il pezzo d'apertura. Il libro è un successono e ben presto si rivela un best seller, vendendo oltre 65.000 copie. L'articolo viene recensito anche su Repubblica, sul TGcom Mediaset, sul Venerdì di Repubblica (1 e 2), su Liberazione, Il Giornale e qualche decina di altre testate. Del libro parlò bene pubblicamente anche Beppe Grillo.

Autunno 2003: La ricerca procede e prende corpo il libro, per il quale c'è già un editore, il quale tuttavia si ritira. La ricerca di un nuovo editore ritarda di tre anni la pubblicazione del libro.

Luglio 2006: Viene finalmente pubblicato da PonSinMor la prima edizione del libro "Il mito dell'11 settembre e l'opzione dottor stranamore", di Roberto Quaglia, con prefazione di Valerio Evangelisti. Edizione che va rapidamente esaurita.

Settembre 2007: Esce la seconda edizione del libro, riveduta, ampliata e corretta.



http://www.mito11settembre.it/



Presentazione della seconda edizione del libro (2007)

È stata pubblicata la seconda edizione, riveduta ed ampliata, del libro “Il Mito dell’11 Settembre e l’Opzione Dottor Stranamore” di Roberto Quaglia. 500 pagine, 200.000 parole, centinaia di fotografie, prezzo di copertina 19 euro.

Roberto Quaglia fu il primo a portare a conoscenza del grande pubblico in Italia del grande inganno dell’11 settembre già fin dalla primavera del 2003.

Le novità, nella seconda edizione del 2007, sono importanti e numerosissime. Ecco un paio di esempi:

Tutti i dettagli sulla demolizione controllata delle Torri Gemelle, dimostrata dallo scienziato americano Steven Jones!
L’aereo caduto in Pennsylvania era in realtà atterrato a Cleveland ed evacuato!
Tonnellate d’oro sparite dalle fondamenta del World Trade Center – il furto del secolo di cui nessuno parla!
Le vittime inesistenti: una parte dei passeggeri degli aerei dell’11 settembre non esisteva affatto!
La grande truffa dell’influenza aviaria - l’epidemia creata in laboratorio allo scopo di ridurre la popolazione planetaria!
Con il 30% di testo in più questa seconda edizione è straordinariamente più ricca di contenuti della prima, ed il 30% di prezzo di copertina in meno la rende quanto mai appetibile per i lettori. Moltissime nuove informazioni inedite sono finalmente a disposizione del pubblico italiano, nello stile fluente e ricco di mordace umorismo nero di Roberto Quaglia.

Negli ultimi anni la ricerca sui misteri dell’11 settembre ha subito una drammatica accelerata, mentre la percentuale di pubblico che non crede più alla versione ufficiale è un’inarrestabile marea che cresce e mina in modo difficilmente reversibile la credibilità dei mass media tradizionali, i quali sull’argomento hanno colpevolmente taciuto per anni, e che da quando hanno dovuto iniziare ad occuparsene hanno per lo più confuso le acque e sparso disinformazione.

La seconda edizione de “Il Mito dell11 Settembre e l’Opzione Dottor Stranamore” è stata aggiornata con tutti gli importanti fatti emersi negli ultimi anni. Ecco allora i dettagli della demolizione controllata delle Torri Gemelle e del WTC7 mediante l’uso di termite, come dimostrato dallo scienziato americano Steven Jones, a cui si contrappongono i deliri degli scienziati di regime, pagati milioni di dollari dal governo americano affinché spieghino l’inspiegabile e dimostrino le indimostrabili tesi ufficiali, costretti quindi ad arrampicarsi sugli specchi giungendo a dover omettere i fatti dalle loro spiegazioni, pur di riuscire a farle stare (solo apparentemente) in piedi. Colpi di scena anche nel “giallo” dell’aereo schiantatosi in Pennsylvania e contemporaneamente atterrato nell’aeroporto di Cleveland, nel giallo delle tonnellate di oro sparite dalle fondamenta delle torri crollate, i passeggeri inesistenti degli aerei e molto altro ancora

Sviluppata in questa nuova edizione anche l’analisi sulle tecniche di “damage control” (in parole povere l’arte di salvare il salvabile quando la versione ufficiale imbarca visibilmente acqua da tutte le parti ed è irrimediabilmente condannata a colare picco), e vengono illustrati i trucchi dei “debunkers” di regime, i mercenari della logica assoldati per fingere di smontare le “teorie del complotto” mediante l’ampio uso di abili sillogismi e la spudorata omissione dei fatti scomodi, così da sedare sul nascere le ansie degli ingenui che per quieto vivere vogliono continuare ad ogni costo a credere alle sempre più incredibili tesi ufficiali.

Al di là degli aggiornamenti sui fatti dell’11 settembre 2001, questa seconda edizione fornisce nuovi dati importanti sulle catastrofi che gli stessi artefici dell’11 settembre stanno preparando per noi, a partire dal grande inganno dell’influenza aviaria, che l’Organizzazione mondiale della Sanità ci ha promesso che muterà in una forma in grado di trasmettersi tra esseri umani, e proprio in questi giorni (novembre 2007) ci tiene a farci sapere che il primo passo della mutazione si sarebbe già verificato. A questo proposito non possiamo non rammentare che Roberto Quaglia previde il fenomeno dell’influenza aviaria (ovviamente non con questo esatto nome) in un articolo pubblicato con ampia risonanza già a maggio 2003, poi ripubblicato a settembre 2003 nel bestseller “Tutto quello che sai è falso”, ovvero con otto mesi di anticipo rispetto ai primi casi di influenza aviaria riportati, a gennaio 2004. Se questo non vi da da pensare...

Ulteriori aggiornamenti in questa seconda edizione riguardano l’analisi dell’evoluzione dello scacchiere geopolitico. Lo scambio di ruoli tra USA e Russia nelle vesti di Buoni e Cattivi, l’emergere di Putin come ultima linea di difesa del mondo che non vuole allinearsi alla politica guerrafondaia americana e la conseguente neo-demonizzazione della Russia da parte della frange più corrotte della “libera” stampa occidentale.

Approfondita anche l’analisi sociologica di un Occidente decadente, dal comportamento progressivamente psicopatico mentre si avvia a grandi passi verso il precipizio della imminente catastrofe economica che segnerà la fine della globalizzazione, e probabilmente delle ultima vestigia di democrazia residue. Novità anche nella sezione finale di libro dedicata alle estrapolazioni filosofiche e fantascientifiche. Ulteriori informazioni sul sito www.mito11settembre.it

http://www.mito11settembre.it/


Scheda della prima edizione del libro (2006)

Dopo "Tutto quello che sai è falso", giunto dal 2003 a 65.000 copie di tiratura, che si apriva con il saggio di Roberto Quaglia "Tutto quello che avreste sempre voluto sapere sull’11 settembre 2001, ma che non avete mai osato chiedervi", l’autore completa ora la sua ricerca analizzando sino in fondo i misteri dell’11 settembre e degli eventi successivi che stanno cambiando la faccia del mondo. Un Boeing 737 che si getta in picchiata sul Pentagono senza che nessuno in città lo veda, lasciando solo un buco di 6 metri sulla facciata del Pentagono e nessun detrito; tre solide torri a struttura d’acciaio che per la prima volta nella storia si disintegrano ed in violazione delle leggi della fisica precipitano con inverosimile simmetria al suolo a velocità di caduta libera; fantomatici dirottatori arabi che non risultano nelle liste dei passeggeri imbarcati, ecco solo alcuni elementi del giallo del secolo. Ma ogni mistero ne richiama un altro. E allora ecco i probabili nessi tra 11 settembre e le guerre per il petrolio, la fine delle libertà e il tramonto della democrazia, il riscaldamento globale e le imminenti guerre biologiche. Il tutto nell’assurdo silenzio dell’Europa e dei suoi mezzi d’informazione, che hanno alle spalle una tradizione culturale più solida e articolata di quella americana. Le nuove verità emergenti non sono però al di sopra di tutti i sospetti. Molte “sconvolgenti rivelazioni” hanno l’aspetto di miti diversivi. Dove finisce la realtà, e dove inizia il mito? E qual è l’opzione Dottor Stranamore che incombe come una spada di Damocle sul futuro dell’umanità? In questo lavoro Quaglia incastona tutti i pezzi del puzzle, riportando accuratamente le fonti delle informazioni presentate, ma non si limita a ciò. Attingendo alle sue risorse immaginative, l’autore assortisce evidenza dei fatti e fiction, serietà argomentativa e satira, ironia e sarcasmo. La logica stringente di Quaglia demolisce la versione ufficiale degli eventi, mentre con abilità narrativa e gusto del paradosso riesce a coinvolgere e tenere con il fiato sospeso il lettore dall’inizio alla fine.

Valerio Evangelisti, autore della prefazione, conclude: Quale che sia stata la vera storia dell’11 settembre, alla fine del libro e delle sue argomentazioni stringenti, si esce con una convinzione: nessuno, quella storia, ce l’ha mai raccontata per intero. Per tentare di ricostruirla, il libro di Quaglia si rivela indispensabile.

Roberto Quaglia è noto al pubblico italiano soprattutto per il saggio breve "Tutto quello che avreste sempre voluto sapere sull’11 settembre e non avete mai osato chiedervi", contributo di apertura del bestseller “Tutto quello che sai è falso”. Scrittore eclettico ed originale, ha pubblicato all’estero numerose opere di fantascienza. Ha collaborato per anni al portale “Fantascienza.com” come saggista con la rubrica “Pensiero stocastico”. Informazioni più dettagliate sono disponibili in rete all’indirizzo

www.robertoquaglia.com










Nessun commento:

Posta un commento