venerdì 23 gennaio 2015

Imposimato conferma: “Andreotti e Cossiga, responsabili del caso Moro e della stragi: da Piazza Fontana a Via D’Amelio”



Ferdinando Imposimato torna a parlare del caso del rapimento e dell’uccisione di Aldo Moro e lo fa puntando il dito contro quelli che allora erano i vertici dello stato e della Democrazia Cristiana: Giulio Andreotti e Francesco Cossiga

Davide Caluppi intervista Cosimo Massaro: “Euro disastro, una catastrofe annunciata”


Davide Caluppi intervista Cosimo Massaro in occasione del suo ultimo libro “Euro disastro, una catastrofe annunciata”

La (non?) esistenza di Giacomo, fratello di Gesù – studi di Alessio e Alessandro De Angelis

Una delle tre prove più determinanti della esistenza storica di Gesù – relativa alla citazione, da parte di Giuseppe Flavio, di “Giacomo fratello di Gesù detto il Cristo” – può essere considerata la meno discussa e allo stesso tempo la più drammatica per i sostenitori dei dogmi della verginità perfetta e della verginità perpetua di Maria (entrambi stabiliti nel secondo concilio di Costantinopoli tenutosi nel 553 d.C.). Consapevoli della importanza di questa testimonianza, ci accingiamo dunque ad analizzare quella che, a tutti gli effetti, può essere considerata la seconda e più importante prova della esistenza storica di Cristo.

Tesla: il più grande genio dimenticato dalla storia

Mi chiamarono pazzo nel 1896 quando annunciai la scoperta dei raggi cosmici. Ripetutamente si presero gioco di me e poi, anni dopo, hanno visto che avevo ragione. Ora presumo che la storia si ripeterà quando affermo che ho scoperto una fonte di energia finora sconosciuta, un’ energia senza limiti, che può essere incanalata.

tesla

giovedì 22 gennaio 2015

IKARIA: l'isola greca dove la gente si dimentica di morire

Ikaria è una piccola isola greca situata nel mar Egeo i cui abitanti vivono molto a lungo grazie, pare, alla mancanza di stress e ad una buona alimentazione. Scrive Il Corriere della Sera:

“Un’isoletta greca nell’Egeo di circa 10 mila abitanti dove l’aria è buona. Le strade un continuo sali-scendi. Le case bianche e basse. Ikarìa è anche una «blue zone». Non per il colore del mare. Ma perché gli abitanti superano con facilità il secolo di vita. «Abbiamo semplicemente dimenticato di morire», racconta una donna di 101 anni a Dan Buettner, giornalista scientifico che si occupa da tempo di longevità.Di «zone blu», nel mondo, ce ne sono poche. Una si trova nell’Ogliastra, in Sardegna. Altre aree sono l’isola di Okinawa, in Giappone, la penisola di Nicoya, in Nicaragua, Loma Linda, in California

Le piante ci "comprendono" Ora lo dice anche la scienza

Noi, amanti dei vegetali, lo avevamo sempre saputo. E il pensiero va  all'agave che fiorì nel giorno dei funerali della donna che l'aveva curata.

Tu la guardi, nel suo vasetto di plastica, appena acquistata, magari sullo scaffale di un supermercato dove ha dovuto sopportare luce artificiale e temperature inadeguate.


Lei, la piantina, è immobile e muta, eppure tu la senti vibrare, avverti la linfa che pulsa in lei, la vita che scorre in quelle vene che in fondo non sono poi così dissimili dalle tue. Hai l'impressione che ti ascolti.
Se questo vi sembra il delirare di un'anziana signora che ha convogliato sulla «giardinomania» impulsi e fantasie che un tempo avrebbe dedicato ad altro, vi sbagliate. Che le creature vegetali non siano inerti e prive di comunicazione, ma posseggano una sensibilità ancora tutta da esplorare, è ormai assodato. Le piante avvertono se l'ambiente è loro favorevole e questo al di là delle condizioni basilari di luce, temperatura e umidità. È noto che sperimentazioni condotte con la musica hanno accertate che certe melodie ne favoriscono la crescita mentre certi rumori le spaventano.

McDonald's, in India il primo fast food vegetariano

McDonald's aprirà un fast-food completamente vegetariano in India. La nascita del nuovo punto di ristorazione, dove non saranno serviti piatti a base di carne, è prevista per il prossimo anno. Essa risponderebbe alla crescente domanda della popolazione locale, adattandosi alle esigenze alimentari, legate alla religione della stessa.
Secondo le parole di uno dei portavoce di McDonald's in India, nel Paese ci sarebbe ampia possibilità di sviluppo per i nuovi fast-food vegetariani,

La foto censurata da Facebook che fa il giro del web!

Anastasia Chernyavsky
Anastasia Chernyavsky

Nel giro di poche ore l’autoscatto di Anastasia Chernyavsky ha fatto il giro del web come “la foto censurata da Facebook”.

L'Etere dello spazio



Si è discusso molto, specialmente tra fisici e chimici, sulla natura delle sostanze di cui tutto lo spazio, secondo ipotesi scientifiche, dev'essere pieno. Una parte sostiene che sia infinitamente più sottile del gas più rarefatto, mancante totalmente di attrito e senza peso; l'altra parte pensa che sia più denso del solido più compatto. In questa sostanza si pensa che fluttuino gli atomi di materia, come il pulviscolo in un raggio di sole e che la luce, il calore e l'elettricità sarebbero sue vibrazioni. Gli investigatori

lunedì 12 gennaio 2015

Edwige Fenech e....Giusva Fioravanti


Grazie... nonna è un film del 1975 diretto da Marino Girolami con lo pseudonimo di Franco Martinelli.

Classico della commedia erotica all'italiana, il film vede la partecipazione di Giusva Fioravanti, futuro capo dei NAR (Nuclei Armati Rivoluzionari), che verrà poi riconosciuto colpevole della Strage di Bologna: è lui il timido adolescente.

Colonna sonora
Le musiche del film sono di Enrico Simonetti e sono suonate dalla sua orchestra avvalendosi del gruppo musicale di suo figlio (Claudio Simonetti) i quali, di lì a poco, diverranno celebri come i Goblin

Ago addio: un cerotto x i prelievi di sangue

I ricercatori della Queens University di Belfast hanno ideato un’alternativa: si tratta di un cerotto da 361 piccoli aghi che si infilano nello strato più superficiale della pelle

di Emanuela Di Pasqua


L'idea degli specialisti irlandesi è molto semplice: sostituire la minacciosa siringa dotata di ago metallico con un semplice cerottino che nasconde sotto la sua superficie ben 361 micro-aghi in polimero in grado di penetrare solo lo strato più superficiale dell'epidermide senza raggiungere le terminazioni nervose, responsabili della sensazione dolorosa. I micro-aghi prelevano il liquido interstiziale, la parte liquida tra le cellule che formano un tessuto,

M5S: le mozioni in Commissione le sceglie il capogruppo

Novità in arrivo per il gruppo del Movimento 5 Stelle alla Camera. Nei giorni scorsi i deputati grillini sono stati avvisati che da ora in poi le proposte di legge da discutere e non saranno più decise dall’assemblea del gruppo ma saranno decise dalla rete. E fin qui, seppur con qualche malumore di chi nota come alcuni argomenti siano troppo complessi perché ci si possa affidare alla rete, non ci sarebbero molte complicazioni. Il problema vero sta nel fatto che, da ora in poi, saranno i capigruppo in ogni singola commissione a decidere quali saranno le mozioni da portare avanti. Qui la questione si fa molto più spinosa

sabato 10 gennaio 2015

In questa società uscire dal cibo-droga troppo velocemente provoca un onnarismo di ritorno..

Lo studio: solo una persona su 5 ce la fa a restare vegana

di Isabella Fantigrossi

Difficile restare vegani? Sembrerebbe di sì, almeno in America. Si abbandonano hamburger e bistecche spesso con convinzione ma rimanere fedeli alla linea (cioè mangiare esclusivamente frutta, verdura, legumi, cereali e proteine di origine vegetale) può essere molto difficile. Secondo gli studiosi americani dell’ Humane Research Council (ente che si occupa della difesa degli animali) e dell’istituto Harris Interactive, che hanno realizzato una ricerca sulle abitudini alimentari di più di 11 mila adulti statunitensi, l’84% dei vegani e dei vegetariani torna prima o poi a mangiare carne e uova.

Il motivo? Dal sondaggio è emerso che la transizione da una dieta che include carne a una vegetariana o vegana avviene abbastanza rapidamente, nel 65% dei casi nel giro di giorni o settimane. Complice una forte motivazione iniziale

Caffè cottura e torrefazione: la follia di caramellizzazione e carbonizzazione

La torrefazione o tostatura è un processo generico di arrostimento, che sottopone una sostanza ad elevata temperatura, in maniera da disidratarla, ossidarla e in taluni casi anche carbonizzarla parzialmente (a seconda del grado di torrefazione).
La torrefazione è un processo molto utilizzato per la preparazione dei semi di caffè, di orzo di tè [in particolare tè giallo] o di altre piante.

Nella torrefazione del caffè i grani vengono sottoposti a temperature di 200-220 °C mentre vengono agitati. I metodi di torrefazione sono essenzialmente due: "a letto fluido", nel quale i chicchi di crudo vengono investiti con getti d'aria calda a temperature tra i 300 °C ed i 400 °C

La leonessa vegetariana

La madre di Little Tyke, una leonessa prigioniera di uno zoo americano, aveva precendentemente ucciso tutti i cuccioli che aveva dato alla luce. Little Tyke si salvò per miracolo perchè la madre, dopo averla ferita a una zampa coi denti, la lanciò in direzione delle sbarre della gabbia, dove venne afferrata dal direttore dello zoo che osservava la scena. La piccola venne affidata alle cure di Georges e Margaret Westbeau, due amanti degli animali amici del direttore, che gestivano un vasto ranch pieno di ogni sorta di creature, spesso salvate da un destino infausto.

Nonostante le ferite e l’assenza di una madre, Little Tyke crebbe sana a forza di biberon, e quando venne il momento di svezzarla, tutti si aspettavano che iniziasse a mangiare carne. A tre mesi, Georges e Margaret le tolsero i suoi giocattoli di gomma e le offrirono ossa di manzo da masticare. Inaspettatamente, al solo odore delle ossa, la piccola vomitò.

Gli esperti dicevano che la leonessa non avrebbe potuto sopravvivere senza carne, così i Westbeau tentarono in ogni modo di convincerla. La leonessa rifiutava qualsiasi tipo di carne offerta palesemente, così provarono un cambiamento più graduale: inserirono alcune gocce di sangue nel latte del biberon, ma Little Tyke rifiutò di mangiare

Francia: si suicida poliziotto che indaga su 'Charlie Hebdo'

Un ufficiale di polizia francese coinvolto nelle indagini dell'attentato alla sede della rivista Charlie Hebdo a Parigi si è ucciso all’alba di ieri, secondo i media locali.

Il vice direttore dell'Ufficio federale di Limoges, di 44 anni, si è tolto la vita nel suo ufficio con la sua arma di servizio.
Secondo il quotidiano 'Le Populaire du Centre', stava lavorando nella missione della Polizia Giudiziaria sul caso 'Charlie Hebdo'

Renzut, papput, mammut, kagut et ruttat..

"Matteo Renzi ha ammesso che la manina che ha scritto l'art. 19 bis al testo del decreto delega fiscale la notte del 24 dicembre, ovvero quella norma che consente di evadere e frodare il fisco sino al 3% del fatturato dichiarato, è stata la sua. Proprio cosi.

I regali di Renzie ai grandi evasori
Il Presidente del Consiglio ha scritto una norma che in sostanza comporta enormi vantaggi per i grandi evasori del nostro Paese, ovvero
i) poter evadere tasse e imposte tranquillamente sino al 3% del proprio fatturato
ii) non vedersi macchiare la propria fedina penale, posto che alcun reato verrebbe ad esistere se l'evasione o la frode non oltrepassi tale soglia
iii) consentire agli evasori di ripulirsi per i reati precedentemente commessi. Insomma, un vero e proprio invito ad evadere oltre che un vero e proprio, l'ennesimo, condono.
Ci si chiede ma come è possibile tanta grazia da parte di Renzi per gli evasori, mentre dall'altra fa il duro con i lavoratori.

venerdì 9 gennaio 2015

Prescritti i reati di Licio Gelli: dissequestrata Villa Wanda

L'ex venerabile maestro della P2, 96 anni, e alcuni suoi familiari erano accusati di aver sottratto al Fisco 16 milioni di euro. Ora la svolta: prescrizione e decadenza

di Marco Gasperetti

Non l’hanno incastrato neppure stavolta Licio Gelli, 96 anni, già potentissimo capo della loggia massonica segreta P2 e per molti depositario dei segreti più inconfessabili della storia d’Italia dal Dopoguerra ad oggi. La prima udienza del processo per reati fiscali per diversi milioni di euro si è conclusa ieri ad Arezzo con la prescrizione e la decadenza del sequestro di Villa Wanda che torna nella disponibilità della famiglia. Non è una casa qualsiasi, la residenza dell’ex venerabile maestro, costruita sulla collina di Santa Maria delle Grazie, trentatré stanze su tre piani,

Muore 12 ore dopo il vaccino: la procura apre un’inchiesta

I pm di Lagonegro ordinano l’esumazione della salma dopo la denuncia dei familiari di un 90enne. Prelevati tessuti epatici, i risultati tra due mesi

SALERNO — Un altro caso di presunto decesso a seguito della somministrazione del vaccino antinfluenzale. La mattina lo hanno somministrato ad un anziano di 90 anni,

I classici dei videogame online gratis sui browser

Internet Archive https://archive.org/details/softwarelibrary_msdos_games/v2 ha messo online grandi classici come Wasteland, Prince of Persia

di Elmar Burchia

Un milione di libri, centinaia di migliaia di file audio, decine di migliaia di film - e adesso anche 2.400 videogiochi dell’era Ms-Dos di Microsoft: gli archivisti online della piattaforma Internet Archive hanno ampliato l’offerta dei giochi gratuiti appartenenti alle più svariate console degli anni 70 e 80. È possibile giocare direttamente dal proprio browser, senza l'installazione di alcun emulatore. Un godimento per i 30-40enni di oggi, un arcano per la generazione 2.0.

Internet Archive è un’associazione no-profit statunitense con sede a San Francisco, fondata nel 1996, che ha come scopo l’«accesso universale alla conoscenza»

Cani e GATTI VEGAN

La cosa piu’ contraddittoria per i vegani che vivono con compagni a quattro zampe (immancabilmente salvati dalla strada o adottati dal canile) e’ di alimentarli con altri animali. All’estero, gia’ da diverso tempo, esistono cibi bilanciati vegani. Ora sono disponibili anche in Italia grazie ai marchi che vi segnaliamo.

http://www.vitadacani.org/

Un alimento per cani senza carne, derivati e sofferenza, 100% vegetale, a marchio VITADACANI.
Il bello è che comprando VECAN aiuti gli animali due volte.
Quelli che non dai da mangiare al tuo cane e quelli ospiti di VITADACANI.
Per info e ordini scrivere a kontropelo@vitadacani.org o telefonare: VITADACANI Associazione a tutela dei diritti animali Tel. 02.93871132 – 349.0581076

cliccare QUI per le altre 10 marche di vibo vegan per cani e gatti



http://www.viverevegan.org/web/guida/cani-e-gatti/

CHI HA ORDINATO L’ATTENTATO CONTRO CHARLIE HEBDO ?



DI THIERRY MEYSSAN

voltairenet.org

7 gennaio 2015, un commando fa irruzione nei locali parigini di Charlie Hebdo e uccide 12 persone, ferendone gravemente altre 4. Nei video si sentono gli assalitori urlare “Allah Akbar!” e dire che hanno “vendicato Maometto”. Una testimone, la vignettista Coco, ha detto che gli assalitori si dichiaravano membri di Al Quaeda. Questo è bastato perché molti francesi denunciassero un attentato di matrice islamica. Ora, questa ipotesi è illogica.

La missione del commando non ha alcun legame con l’ideologia jihadista

In realtà dei veri membri o simpatizzanti dei Fratelli Mussulmani, di Al Quaeda o dell’Isis non si sarebbero accontentati di uccidere dei vignettisti atei, avrebbero prima di tutto distrutto gli archivi del giornale sotto i loro occhi, sul modello di quello che hanno fatto nella totalità delle loro azioni in Maghreb o Medio Oriente. Per un jihadista il primo compito è distruggere gli oggetti che, a suo modo di vedere, offendono Dio, e solo in seguito punire i «nemici di Dio»

PARIGI: UN ALTRO FALSE FLAG DELLA CIA ?

Per i musulmani l'Isis non è neppure islamica. I musulmani ripudiano la violenza e non legittimano mai in nessun caso la violenza politica. Li chiamano "islamici estremisti" ma non c'è nessun estremo nell'Islam che giustifichi le uccisioni. Peraltro, è strano il comportamento di quest'Europa, Hollande in testa, che ha mosso guerra, insieme alla NATO, a paesi in cui l'Islam era pienamente contenuto in un'istituzione statale laica. Iraq, Libia, Siria.



Hollande, da una parte finanzia dei mercenari che si dicono islamici e che in nome dell`Islam compiono efferate stragi e dall'altra, in casa sua, ha piacere che gli islamici vengano visti con razzismo ed antipatia, perchè una nuova banlieu interromperebbe tutte le iniziative che l'attuale Francia sta prendendo collateralmente alla NATO

L’ATTENTATO DI PARIGI ORGANIZZATO DAI SERVIZI AMERICANI ?



Il politologo Aleksej Martynov ha spiegato in che modo le attività dei terroristi in Europa giocano a favore di Washington

L’assassinio di 12 persone da parte dei terroristi nel centro dio Parigi soddisfa pienamente gli interessi degli USA, ritiene il politologo Aleksej Martynov. In un intervista a LifeNews ha dichiarato che non è un sostenitore delle teorie complottiste, ma è sicuro che dietro a quei miliziani che hanno commesso l’attentato sanguinario nella redazione della rivista Charlie Hebdo, vi siano i servizi segreti USA

- Voglio ricordare che negli ultimi anni e decenni, il cosiddetto terrorismo islamico sia nelle mani delle principali agenzie di intelligence del mondo e mi riferisco agli USA

mercoledì 7 gennaio 2015

Igiaba Scego: Charlie Hebdo non in mio nome


Oggi mi hanno dichiarato guerra. Decimando militarmente la redazione del giornale satirico Charlie Hebdo mi hanno dichiarato guerra. Hanno usato il nome di dio e del profeta per giustificare l’ingiustificabile. Da afroeuropea e da musulmana io http://it.wikipedia.org/wiki/Igiaba_Scego non ci sto.

“Not in my name”, dice un famoso slogan, e oggi questo slogan lo sento mio come non mai. Sono stufa di essere associata a gente che uccide, massacra, stupra, decapita e piscia sui valori democratici in cui credo e lo fa per di più usando il nome della mia religione. Basta! Non dobbiamo più permettere (lo dico a me stessa, ai musulmani e a tutti) che usino il nome dell’islam per i loro loschi e schifosi traffici.

Vorrei che ogni imam in ogni moschea d’Europa lo dicesse forte e chiaro. Sono stufa di veder così sporcato il nome di una religione

TENERIFE: le Piramidi di Guimar

Le piramide di Guimar si trovano nel paese di Güímar sulla costa orientale dell'isola di Tenerife, nelle Canarie, in Spagna. Si tratta di piramidi caratterizzate da cinque livelli di forma rettangolare, che somigliano alle piramidi realizzate dai Maya e dagli Aztechi in Messico. Fanno attualmente parte di un parco etnologico http://www.piramidesdeguimar.es/es-ES/index.aspx aperto al pubblico.


Per molto tempo la versione più accreditata voleva che le piramidi fossero costituite da mucchi di pietre realizzati dai coltivatori del posto, che avevano trovato le pietre mentre aravano e le avevano accatastate sugli orli dei propri campi. Questa era una pratica comune sulle Isole Canarie. Racconti delle persone del luogo e vecchie immagini suggeriscono che tali piramidi sono realmente esistite in diverse ubicazioni sull'isola, ma furono distrutte a causa della loro inutilità ed usate come materiale per la costruzione di edifici. A Guimar c'erano nove piramidi delle quali ne sono rimaste soltanto sei.

Nel 1991 il celebre ricercatore Thor Heyerdahl analizzò le piramidi e scoprì che non poteva trattarsi di un ammasso casuale di pietre. Per esempio, erano visibili i segni di lavorazione sui massi e il terreno, prima della posa, era stato livellato

MILAN: nuovo stadio al Portello accanto alla nuova sede con ristorante e museo

I lavori inizieranno tra poco più di un anno: impianto interrato fino a a 15 metri e capace di trattenere il «rumore» all’interno. Lo sponsor è la compagnia aerea Emirates
di Giacomo Valtolina


L’Arena Milan di fronte a Casa Milan http://casamilan.acmilan.com/it . Il quartiere del Portello, in via di riqualificazione, si tinge sempre più di rossonero. Dopo la nuova sede ai confini Nord della città adesso tocca al nuovo stadio: 42 mila posti, su un’area di 60 mila metri quadrati, pronto per il 2020. Il Milan ha infatti risposto alla gara di appalto per la riqualificazione dell’ex fiera campionaria, bandito da Fondazione fiera Milano con una manifestazione di interesse. Tornerebbe, così, anche utile il sottopasso di via Gattamelata, tunnel fantasma da 200 milioni di euro costruito ma mai inaugurato oltre alla futura stazione metropolitana già prevista della linea 5 proprio al Portello

SCANDALO TOTOCALCIO: fece «13» nel 1981 ma il Coni non paga

Miliardario mancato «Il montepremi era di un miliardo di lire. In questi anni ho perso tutto: moglie, casa e lavoro». Nel 2012 una sentenza condanna l’ente sportivo a pagare

di Monica Ricci Sargentini


Martino Scialpi si presenterà per l’ennesima volta al tribunale di Roma nella speranza di porre fine alla vicenza kafkiana in cui è sprofondato nel 1981 quando con 500 lire e due semplici colonne vinse poco più di un miliardo di vecchie lire al totocalcio. Allora pensò di essere diventato ricco, invece iniziò la sua rovina. Sono passati 34 anni e quest’uomo non ha ancora ricevuto un centesimo. Non solo: si è dovuto difendere dall’accusa di frode da cui è stato assolto nel 1987. E nonostante nel 2012 un giudice abbia definitivamente stabilito, dopo un’infinita querelle legale che è passata dai tribunali di Lecce, Salerno, Bari, Roma e Taranto, che Scialpi ha diritto di avere dal Coni 2.604.823,59, l’ente si rifiuta ancora di pagare

CANARIE: L’ENIGMA DEI GUANCI, DISCENDENTI DEI SOPRAVVISSUTI DI ATLANTIDE?

I Guenci sono gli abitanti antichi delle Canarie, stabilitisi nell'arcipelago migliaia di anni prima della conquista spagnola avvenuta nel 15° secolo. Di origine ignota, nonostante la loro scomparsa, i Guenci si sono lasciati dietro non poche vestigia. Descritti come alti, di carnagione chiara e dai capelli dorati, secondo alcuni potrebbero essere i discendenti diretti dei superstiti di Atlantide

.

Le Canarie formano l’arcipelago di sette isole situato nell’Oceano Atlantico al largo dell’Africa nord-occidentale .

Esse fanno parte, a loro volta, della cosiddetta Macaronesia, ovvero un nome collettivo moderno utilizzato per indicare diversi arcipelaghi dell’oceano Atlantico settentrionale situati al largo delle coste africane.

Il nome Macaronesia deriva dal greco μακάρων νῆσοι (makarōn nêsoi) e significa Isole dei Beati, espressione utilizzata dagli antichi geografi greci per riferirsi ad alcune isole che si trovavano al di là dello Stretto di Gibilterra. In tali isole, dette anche Isole Fortunate, si riteneva che gli eroi e i mortali di natura straordinaria venissero accolti dagli dei.



Le Canarie, e le altre isole della Macaronesia, a causa della loro posizione geografica e delle leggende che le circondano, sono considerate da alcuni ciò che resta dell’antico e perduto continente di Atlantide, che secondo Platone si trovava al di là delle Colonne d’Ercole (Stretto di Gibilterra) e che sprofondò sul fondo dell’oceano nel giro di una notte

USA: bloccato finanziamento pro-carne

Il programma per pubblicizzare la carne di manzo con fondi pubblici e' stato annullato.

Recentemente il Dottor Neal D. Barnard, ricercatore impegnato nel campo della medicina preventiva negli Stati Uniti d’America e fondatore del Physicians Committee for Responsible Medicine (PCRM), organizzazione senza fini di lucro che raccoglie medici, scienziati e semplici cittadini con lo scopo di promuovere una migliore salute pubblica, si è fermamente opposto al nuovo programma di promozione del consumo di carne bovina lanciato dal Dipartimento dell’Agricoltura statunitense.

Il programma avrebbe richiesto l’investimento di 80 milioni di dollari. Grazie alla mobilitazione del Dottor Barnard sono state inviate più di mille dichiarazioni di opposizione a tale programma da parte dei membri del PCRM e questo ha fatto ritirare il programma previsto,

FIFA: fratello del Re di Giordania sfida Blatter alla presidenza, benestare di Platini (presidente UEFA)

Il principe Ali Bin Al Hussein ha annunciato che sui candiderà alle elezioni di maggio
«È ora di cambiare e di abbandonare controversie amministrative» Platini è con lui

Il principe Ali Bin Al Hussein di Giordania ha annunciato che si candiderà per la presidenza della Fifa per le elezioni in programma il 29 maggio prossimo. Il 39enne vicepresidente della federazione internazionale, fratello di Re Abdallah e figlio del defunto Hussein , ha diffuso una nota spiegando di aver consultato «rispettabili colleghi» prima di decidere di concorrere per la presidenza - carica occupata dal 1998 da Sepp Blatter, il quale intende proporsi per un quinto mandato - e di «aver ricevuto il messaggio che è ora di cambiare e di abbandonare le controversie amministrative e tornare a puntare l’obiettivo sullo sport»

INFORMAZIONE COMPLETA QUI


Un fisico: "Civiltà su Marte distrutta da attacchi nucleari"

L’ANTICA CIVILTÀ MARZIANA È STATA SPAZZATA VIA DA UN ATTACCO NUCLEARE ALIENO: LA SORPRENDETE TEORIA DI UN FISICO DEL PLASMA

Quella che potrebbe sembrare l'idea di un romanzo fantascientifico, in realtà è la teoria del dottor John Brandenburg, un fisico del plasma: su Marte esisteva una civiltà fiorente, poi spazzata via da un attacco nucleare da parte di un invasore alieno. Lo scienziato afferma di aver trovato le prove di due esplosioni nucleari sulla superficie del pianeta. Poi mette in guardia i terrestri: anche la Terra potrebbe subire la stessa sorte di Marte.
[Daily Mail http://www.dailymail.co.uk/sciencetech/article-2843871/Ancient-Martian-civilisation-wiped-nuclear-bomb-wielding-aliens-attack-Earth-claims-physicist.html?ITO=1490&ns_mchannel=rss&ns_campaign=1490 ] Coloro che parteciperanno sabato prossimo al convegno annuale dell’American Physical Society potrebbero rimanere un po’ sorpresi, dato che in quella sede il dottor John Brandenburg, fisico del plasma, presenterà la sua sconcertante teoria

martedì 6 gennaio 2015

Olanda: l’azienda totalmente senza carta, anche in bagno

Una società informatica ha eliminato il cartaceo. Energia e auto sono sostenibili. E nei gabinetti non c’è più bisogno del rotolo

di Carola Traverso Saibante

Niente carta, neanche in bagno. È la ferrea politica aziendale di Decos https://www.decos.com/en/ , società informatica votata al digitale al 100 per cento. Una scelta pro-ambiente, che pare funzionare con successo. Non ci sono fogli, documenti né contratti cartacei. Non ci sono bloc-notes, libri, quaderni, biglietti da visita. Di conseguenza non servono cartelle, cartellette, fascicoli, raccoglitori, e anche armadi, cassetti e cestini della spazzatura sono ridotti al minimo. Se vuoi leggere un giornale lo fai su Internet; i tovaglioli per la pausa-pranzo sono solo di stoffa. I fornitori che si rifiutano di emettere fatture digitali sono scartati; la posta cartacea è regolarmente rispedita al mittente

L'Audi che guida da sola

Un prototipo equipaggiato con radar, laser e sensori coprirà 900 km fino a Las Vegas

di Martina Pennisi


Audi ha scelto la strada per dimostrare di essere (quasi) pronta a fare del tutto a meno del guidatore. Come lo scorso anno, quando l’esperimento si è dimostrato decisamente prematuro, i tedeschi hanno deciso di mostrare il loro prototipo in azione: l’A7, soprannominata Jack dal suo team di sviluppo,

Laurea nel nuovo e nei vecchi ordinamenti universitari

Il percorso di studi che state seguendo o avete conseguito fa parte di uno specifico ordinamento universitario che è bene conoscere ai fini dell’utilizzo del vostro titolo di studio.

Spesso, infatti, vi troverete a rispondere a bandi di concorso in cui vi si chiede di specificare il vostro titolo di studio, ma, quella che per voi è semplicemente la laurea, in termini giuridici assume il nome di diploma di laurea, laurea triennale, laurea specialistica, laurea o laurea magistrale, a seconda del decreto in vigore durante il vostro ciclo di studi.

Cerchiamo di capirci qualcosa in più sulla differenza tra un ordinamento universitario ed un altro.

 Laurea vecchio ordinamento (o diploma di laurea) – Percorso di studi precedente alla riforma del 1999.

Le università nella legge 133

La legge 133 è uno dei provvedimenti balzato agli onori della cronaca per quanto riguarda le novità che si susseguono nel mondo dell’istruzione in generale e dell’università in particolare.

Con la legge 133 (legge 6 agosto 2008, n. 133) il Parlamento ha convertito in legge, inserendo alcune modifiche, il decreto legge 25 giugno 2008, n. 112.

Gli argomenti che riguardano le università sono:

la facoltà di trasformazione in fondazioni delle università (art. 16)
la riduzione del personale attraverso una regolamentazione più restrittiva del turn over (art. 66)
la riduzione del fondo per il finanziamento ordinario delle università

ROTHSCHILD: la famiglia più potente del mondo




Non si può capire veramente cosa accade nel mondo se non si studia "La Famiglia" per eccellenza:I Rothschild.........

Chi comanda veramente il Mondo? http://www.rothschild.com/








C'è un nome, o meglio... un cognome, che mi frulla nel cervello da un po'.
Si tratta senza dubbio di banchieri ,dato che sono i maggiori proprietari della Banca d'Italia e, per fare solo qualche esempio, possiedono la Barclays (tra le maggiori azioniste di Intesa SanPaolo) soprattutto tramite Markus Agius, la JpMorgan (che controlla Monte dei Paschi di Siena) tramite la famiglia Rockefeller, Mediobanca (colei che controlla Unicredit) tramite Vincent Bolloré e Jean Azema della Groupama Holding S.A., Banca Carige (attraverso Francois Perol), con Ana Patricia Botin il Banco Santander Central Hispano (il quale controlla ABN AMRO, un altro pilastro di Unicredit

PARTE 1 - I migliori articoli del blog 'collana exoterica'

in aggiornamento






http://edizionisicollanaexoterica.blogspot.com/2013/02/secondo-capitolo-del-libro-di-salvatore.html

http://edizionisicollanaexoterica.blogspot.it/2013/01/mela-deliziosa-piu-efficace-contro-il.html

http://edizionisicollanaexoterica.blogspot.com/2013/01/acido-citrico-cose-ed-i-suoi-effetti.html TOP 10

lunedì 5 gennaio 2015

Dottorato di ricerca post laurea

Il dottorato di ricerca è il livello di istruzione più alto previsto dalla formazione post laurea dell’ordinamento universitario italiano. Il dottorato di ricerca dura 3 o 4 anni e vi si può accedere solamente dopo il conseguimento della laurea magistrale (ex laurea specialistica).

L’ammissione a questi corsi post laurea avviene attraverso concorso per titoli ed esami ed è riservato a un numero ristretto di partecipanti. L’obiettivo dei corsi è di fornire conoscenze e competenze di carattere scientifico richieste nell’ambito della carriera universitaria o in centri di ricerca avanzata pubblici o privati.

Obbligatoriamente, almeno la metà dei posti messi a concorso per un corso di dottorato di ricerca deve essere coperta da una borsa di studio pari a circa 1000 euro mensili.

 Per essere ammessi ad un dottorato occorre essere in possesso della laurea magistrale o di un equipollente titolo di studio conseguito all’estero, riconosciuto idoneo. Il titolo, conferito da questi corsi post laurea, è di dottore di ricerca, che corrisponde al titolo Phd attribuito in altri paesi, e si consegue dopo un percorso di studi e di ricerca finalizzato all’approfondimento dell’indagine scientifica e della metodologia di ricerca in uno specifico settore

Scuole di specializzazione post laurea

Le scuole di specializzazione fanno parte della formazione post laurea ed hanno l’obiettivo di istruire gli studenti per lo svolgimento di funzioni altamente qualificate in particolari settori professionali (D.M. 207/2004)

Per accedere alle scuole di specializzazione è necessario aver acquisito una laurea magistrale (ex laurea specialistica) ed in alcuni casi è richiesta anche l’abilitazione professionale.

Le scuole di specializzazione forniscono conoscenze e abilità per esercitare particolari professioni. Permettono di ottenere l’abilitazione all’esercizio di queste professioni e sono finalizzate alla formazione di specialisti in determinati settori. Possono essere istituite esclusivamente in applicazione di specifiche norme di legge o di direttive dell’Unione europea

Corsi di perfezionamento post laurea

Corsi di perfezionamento: formazione post laurea per lo sviluppo di competenze di alto livello e per il miglioramento della propria professionalità.

I corsi di perfezionamento, insieme al dottorato di ricerca, ai master ed alle scuole di specializzazione fanno parte della formazione post laurea offerta dalle università agli studenti in possesso di una laurea di primo livello o di una laurea magistrale (ex specialistica).

I corsi di perfezionamento, anche detti corsi di alta formazione,

Formazione post laurea

Ottenuta la laurea molti giovani si trovano di fronte ad una scelta importante: proseguire gli studi con una formazione post laurea o entrare nel mondo del lavoro. A volte, questa scelta è dettata dall’incapacità della laurea di primo livello e della laurea magistrale di preparare gli studenti al mondo del lavoro.

La nuova riforma universitaria sta cercando di colmare questa lacuna, introducendo corsi di laurea sempre più mirati e settoriali. Nonostante questo, sempre più studenti decidono di far ricorso ad una formazione post laurea, a volte già dopo la laurea di primo livello.

Per chi decide di proseguire gli studi, l’università offre numerose opportunità attraverso quattro grandi categorie di corsi post laurea:
corsi di perfezionamento
scuole specializzazione
dottorato di ricerca
master

L'ormone dello stress: il cortisolo ed i 10 segni che indicano un eccesso nell’organismo



Il cortisolo è un ormone prodotto dalle ghiandole surrenali del nostro corpo. È conosciuto anche come “ormone dello stress”, proprio perché la sua produzione, in genere, aumenta a seguito di situazioni di forte stress, fisico e mentale, al fine di incrementare la quantità di energia necessaria al nostro corpo.
Gli elementi che vengono rilasciati nell’organismo, a seguito di un eccesso di cortisolo, dovrebbero essere smaltiti attraverso un’attività fisica costante. L’aumento di situazioni stressanti, il consumo giornaliero di caffeina e uno stile di vita sedentario rendono non solo difficile abbassare i livelli di questo ormone, ma continuano a stimolare il nostro organismo a produrne ancora di più.
Questo a lungo andare porta, inevitabilmente, ad alcuni effetti collaterali: come la riduzione della sintesi di collagene, la riduzione delle difese immunitarie, un eccesso di stanchezza.
Ecco 10 segni che ci aiutano a capire quando nel nostro organismo ci sono troppi “ormoni dello stress” in circolo

Laureati in cerca di lavoro: da che parte cominciare?

Avete da poco conseguito la vostra laurea magistrale e ora?

A meno che non vogliate continuare la vostra formazione post-laurea con un master o intraprendere la carriera universitaria, è arrivato il momento di tuffarvi nella ricerca di lavoro.

Vediamo, quindi, quali sono i diversi canali che avete a disposizione per attuare un’efficace ricerca di lavoro e trovare l’occupazione più adatta per voi senza rimanere per mesi in attesa di una chiamata

Come scrivere il curriculum vitae

Scrivere il curriculum vitae può sembrare all’apparenza un’operazione banale ma, in realtà, è tutt’altro che semplice.

Potete aver conseguito la laurea di primo livello http://www.universita.it/laurea-primo-livello/ , la laurea magistrale http://www.universita.it/laurea-magistrale/ o anche una formazione post laurea http://www.universita.it/formazione-post-laurea/ ma se non scrivete in modo corretto il vostro CV avrete difficoltà a trovare lavoro http://www.universita.it/ricerca-lavoro/ .

In generale, per scrivere un curriculum vitae valido bisogna strutturare le seguenti sezioni: informazioni personali, istruzione e formazione, esperienze lavorative, conoscenze linguistiche, conoscenze informatiche, altre informazioni.

La carriera universitaria: una strada lunga e faticosa

La carriera universitaria rappresenta certamente la strada più ardua che un ex studente possa intraprendere. Stiamo parlando del percorso che separa la laurea magistrale http://www.universita.it/laurea-magistrale/ dalla cattedra come docente ordinario.

Il passo fondamentale, per intraprendere la carriera universitaria, è scegliere un settore scientifico disciplinare in cui inserirsi. Non potete infatti insegnare una singola materia ma dovete essere competenti e qualificati nell’intero raggruppamento disciplinare.

Analizziamo ora quali sono i passi da compiere per diventare professore dopo aver conseguito la laurea.

Si comincia con la formazione post laurea http://www.universita.it/formazione-post-laurea/ , magari vincendo un concorso per accedere ad un dottorato di ricerca

Rikers: il carcere degli orrori di New York

Il Comune deve accelerare le riforme necessarie a cambiare «la profonda cultura di violenza» fra le mura della prigione, dove soprattutto i minori subiscono sevizie



di Angela Geraci

I procuratori federali, come promesso, hanno avviato un’azione legale contro il Comune di New York perché si sbrighi a fare le riforme necessarie a cambiare radicalmente il clima nella prigione di Rikers Island, una delle più grandi e dure del Paese. Un’indagine del dipartimento Usa della Giustizia ha infatti documentato una lunga serie di violenze, soprattutto ai danni dei detenuti più giovani. La decisione arriva il giorno dopo la visita del sindaco di New York Bill de Blasio nel penitenziario per annunciare la fine del regime di isolamento per i prigionieri di 16 e 17 anni: si tratta di una delle 73 raccomandazioni fatte dai procuratori federali per cancellare la «profonda cultura della violenza»

NSA: gli AGENTI effettuavano anche lo spionaggio privato di patner e figli

Svelato, oltre allo spionaggio di massa, un uso privato degli strumenti di controllo: una vera e propria «intelligence d'amore»


Non solo sospetti terroristi o importanti esponenti politici internazionali: gli analisti della National Security Agency americana (Nsa) tenevano sotto controllo anche le proprie mogli o mariti, o altre persone che non avevano nulla a che fare con la sicurezza nazionale americana ma una qualche utilità per scopi privati. Un sistema talmente diffuso da essersi guadagnato anche un soprannome in seno all'agenzia: Loveint, intelligence d'amore.

Questo è emerso in una serie di documenti diffusi dalla Nsa  https://www.nsa.gov/public_info/declass/IntelligenceOversightBoard.shtml

Ecco chi controlla e produce il cibo dei supermercati

IL GRAFICO OXFAM: LA MAPPA DELLE MULTINAZIONALI DEL SETTORE ALIMENTARE. CLICCA PER INGRANDIRE



Sono dieci i signori che controllano da soli più del 70 per cento dei piatti del pianeta. Queste multinazionali gestiscono 500 marchi che entrano nelle nostre case quotidianamente. Così pasta, biscotti e caffè diventano globali, anche in Italia. E le grandi questioni, come l’uso di oli e grassi nei prodotti, vengono decise a tavolino

di PAOLO GRISERI

STANNO seduti intorno alla tavola del mondo e controllano da soli più del 70 per cento dei piatti del pianeta. Sono i 10 signori dell’industria alimentare: 450 miliardi di dollari di fatturato annuo e 7.000 miliardi di capitalizzazione, l’equivalente della somma del pil dei paesi più poveri della Terra. Non sempre sono nomi noti in Italia. Da un secolo la Coca Cola è il sinonimo della multinazionale ma solo gli addetti ai lavori conoscono la Mondelez. Un po’ più numerosi sono gli italiani che ricordano la Kraft, vecchio nome proprio della Mondelez. Quasi tutti invece hanno incontrato al supermercato marchi come Toblerone, Milka e Philadelphia. “I 500 marchi riconducibili ai dieci signori della tavola — spiega Roberto Barbieri, direttore generale di Oxfam Italia — sono spesso vissuti dai consumatori come aziende a sé stanti. In realtà fanno parte di multinazionali in grado di condizionare non solo le politiche alimentari dell’Occidente ma anche le politiche sociali dei paesi più poveri”.

Mentre sono 900 milioni le persone che soffrono la fame (dati Onu settembre 2014) e che vivono sotto la tavola del banchetto sperando nelle briciole, sono 1,4 miliardi gli uomini e le donne che nel mondo hanno il problema del sovrappeso. “Sono due prodotti dello stesso sistema — osserva Barbieri — perché l’80 per cento di coloro che non riescono a sfamarsi vivono nelle campagne e lavorano per produrre cibo”.
Ma cosa è Oxfam? Oxfam è un’organizzazione che si propone di aiutare le popolazioni povere del mondo cercando di redere virtuosi, con campagne e raccolte di firme, i comportamenti delle multinazionali del cibo. Il sistema è quello di fare pressione sull’immagine dei gruppi alimentari in Occidente per spingerli a migliorare le politiche sociali nei paesi produttori. È accaduto con Nestlé, Mondelez e Mars per quel che riguarda i diritti delle donne che lavorano nelle piantagioni di cacao. Si chiede che accada con Coca Cola e Pepsi per evitare il fenomeno del land grabbing, l’esproprio forzoso delle terre dove si coltiva la canna da zucchero. “Già oggi — spiega Oxfam — sono coltivati a zucchero 31 milioni di ettari di terra, l’equivalente della superficie dell’Italia”.
Ma chi sono i dieci colossi del cibo? Ci sono Nestlè, Coca Cola, Kellog’s, Danone, Unilever, Mars, Ppsicola, Mondalez, Associated British Food e General Mills. Insieme controllano una galassia di centinaia di marchi, tutti presenti negli scaffali dei nostri supermercati. La concentrazione – evidentemente – genera profitti. Emblematico l’esempio alla birra, con il 60% del mercato globale controllato da tre colossi il belga InBev, il sudafricano Sab Miller e l’olandese Heineken. Per quanto concerne il capitolo “profitti” a dominare è Nestlè, con 90miliardi di dollari di fatturato, davanti a Pepsicola (66,5) e CocaCola (44 miliardi). Ultima, invece, Kellog’s, con “soli” 13 miliardi di dollari.
Dopo altri decenni di fusioni e concentrazioni, ci troveremo un giorno a consegnare ad un unico grande fratello le chiavi della dispensa del mondo? Quello di un pianeta in cui una sola grande multinazionale controllerà tutti i marchi alimentari è certamente uno scenario da incubo.
L’Italia è certamente uno dei Paesi del mondo dove il rischio della concentrazione dei produttori di alimenti è meno forte. Un po’ per il particolarismo che caratterizza la nostra economia asfittica. Un paese dominato dal modello per molti aspetti negativo della piccola e media impresa, che nel settore del cibo potrebbe trasformare il difetto in virtù. Lo dimostra uno studio condotto dall’agenzia Next con un questionario rivolto alle aziende alimentari italiane. L’elenco di quelle principali dice che siamo ben al di sotto del livello dei colossi mondiali. L’unica che si avvicina per fatturato è la Ferrero, con 8,1 miliardi di euro di ricavi annui, circa 10 miliardi di dollari, poco meno dei 13 miliardi della Kellogg’s. Le altre sono molto più indietro. La Barilla fattura 3,5 miliardi di euro ed è limitata dal fatto di avere come business un prodotto molto connotato localmente come la pasta. Si contano sulle dita di una mano le altre italiane sopra il miliardo di fatturato: il gruppo Cremonini (3,5) Parmalat (1,4), Amadori (1,3) Lavazza (1), Conserve Italia (1

Il falso mito dell’onnivorismo umano

di Francesco Pirani

Essere onnivori significa “potersi nutrire indistintamente di cibi vegetali e animali”. Il fatto che mangiamo di tutto non è una prova sufficiente che POSSIAMO farlo, infatti ogni volta che si mangiano cibi di origine animale (o altri “cibi” aspecifici, ovvero non compatibili con la specie umana) il corpo compie uno sforzo immane di adattamento, non senza conseguenze sul lungo termine. Dopo anni di carburante sbagliato la nostra macchina biologica inizia a guastarsi ed ingolfarsi, da qui la comparsa di TUTTE le patologie del benessere, dall’ipertensione, al cancro, all’obesità, al diabete. La medicina ufficiale non ha interesse che le persone si alimentino correttamente poiché è al soldo delle case farmaceutiche che si riempiono le tasche sulla nostra pelle.

Il nostro organismo è una macchina perfetta, la più complessa e sofisticata di tutte quelle che qualcuno potrebbe mai inventare. Come tale, per esprimersi al massimo della sua efficienza e per restare a lungo funzionante, necessita del SUO carburante specifico (adatto alla propria specie).

Se una macchina la alimenti con un carburante sbagliato essa diminuirà la sua efficienza e nel tempo tenderà a manifestare tutta una serie di acciacchi e malfunzionamenti evitabilissimi se si fosse provveduto a fornirle il suo carburante specifico

La tesi di laurea sul SIGNORAGGIO con cui Maggiore ha zittito i prof. universitari!



sabato 3 gennaio 2015

I marò (Battaglione [brigata marina] San Marco) sotto ricatto: «Girone in ostaggio come garanzia del ritorno di Latorre»

MILANO - Massimiliano Latorre è stato ricoverato in un ospedale di Milano per accertamenti. Il fuciliere di Marina sarebbe arrivato in nosocomio ieri, nell'ambito del programma di recupero dall'ischemia che lo ha colpito alla fine di agosto, mentre si trovava in India con Salvatore Girone.

Intanto il ministero indiano degli Interni si è espresso contro la concessione di un permesso natalizio per Girone perché considerava la sua permanenza in India l'unica garanzia per il ritorno di Massimiliano Latorre

Chi cazzo è il figlio di Napolitano ?

Il successore di Napoltano? Napolitano. Non è un refuso, ma una possibilità: quella che al Colle dopo Giorgio Napolitano, arrivi suo figlio Giulio Napolitano. Certamente non a "questo giro", considerato che "il principe Giulio" ha solo 45 anni e non ha raggiunto i 50 anni previsti dalla Costituzione per diventare Presidente della Repubblica.  Della suggestione ne parla Il Giornale che sottolinea che il figlio dell'attuale Capo dello Stato sia un habitué dei Palazzi dei poteri romani. Professore all'Università RomaTre

GUINESS DEI PRIMATI: il formaggio casu marzu della sardegna è l'alimento più pericoloso del mondo

Si chiama “Casu Marzu” (formaggio marcio) ed è uno dei prodotti tipici della Sardegna, ma prima di provarlo è importante essere a conoscenza degli ingredienti e del metodo di produzione. Questo particolare formaggio viene colonizzato dalle larve della mosca del formaggio, chiamata mosca casearia (Piophila casei), un insetto che depone le proprie uova sulle forme di formaggio pecorino o caprino e da cui nascon