giovedì 8 dicembre 2016

Degrado al CNEL: APERICENA FRUTTARIANA + DJ SET con Cruciani



Si festeggia al Cnel con una festa con musica degrado allo stato puro

regina della festa ovviamente sarà una Maria Elena Boschi Hard










CUCU'....CUCU'... è ARRIVATO MERKU'.....


ehm.... no di paola saulino parleremo alla fine dell'articolo...nel frattempo mandate a nanna i minori di anni 14.... comprese le veganimaliste  top degrado Chiara Mancinelli e Federica Nucci 




 Con la straordinaria partecipazione di Andro Merkù inviato speciale di David Parenzo de 'La Zanzara', per l'occasione il nostro Androne verrà accompagnato dalla Warrior Di Lenge da lui recentemente conosciuta in occasione del famoso blitz da lei effettuato al Sole24Ore, sede della fantomatica confindustria... si vocifera di una loro liaison amorosa....



Dalle Canarie è confermata la presenza del superdegradato Alessandro Ruffo portavoce di NoVerduraSiFrutta, la più seguita pagina fb di controinformazione fruttariana



Direttore d'orchesta della serata una dj d'eccezione: la Gigi Dag al femminile, la coccoluto in gonnella, la David Guetta dell' Oltrepò, la Gabry Ponte padana, la Paris Hilton de noandri
siore e siori... DJ OLGA!!!

L'ipertossico DIGIUNO e sue MORTALI conseguenze: la follia di chi lo propone

Il digiuno:
pratica DEL TUTTO INNATURALE
e determinante una INTOSSICAZIONE ASPECIFICA MASSIMA
(come abbiamo già visto,
il digiuno ha una fisiologia TOTALMENTE OPPOSTA
a quella positiva del respirarismo)
Tutto ciò fin qui esposto sulla disintossicazione aspecifica
tramite il graduale completamento della fisiologia melariana,
AVVIENE IN MANIERA DEL TUTTO CONTRARIA
al digiuno
[cioè il tentare di disintossicarsi non mangiando nulla
e bevendo la tossica acqua (anche fosse la più "pura")
per giorni, settimane o mesi];
la scienza che studia la
FISIOLOGIA DEL DIGIUNO
ha chiaramente dimostrato
CHE QUANDO NON SI MANGIA "NULLA",
SI CREDE DI NON MANGIARE,
MA, IN REALTA' SI STA
NON SOLO MANGIANDO,
MA ADDIRITTURA LA COSA PEGGIORE CHE ESISTE,
soprattutto per la specie umana:
GRASSO ANIMALE
[(il nostro),
quello cioè che anche l'OMS ha completamente dimostrato
ESSERE ASSOLUTAMENTE CANCEROGENO
(il cosiddetto "digiuno" tecnicamente è AUTOFAGIA,
dal greco “mangiare se stessi”,
cioè vero e proprio AUTOCANNIBALISMO)].
In altri termini,
è esattamente come se si prendesse una bistecca,
si separasse tutto il suo grasso in un piatto a parte,
si buttasse la parte magra,
e alla fine si mangiasse solo ed esclusivamente
IL PIATTO PIENO DEL SOLO GRASSO COSI' SEPARATO,
e tutto questo per giorni, settimane o mesi,
per tutta la durata del presunto "digiuno".
Infatti,
ANCHE QUASI TUTTE LE TOSSINE
ASSUNTE NEGLI ANNI PRECEDENTI,
SI TRASFORMANO PROPRIO IN GRASSI
(e una piccola parte si annida soprattutto nel tessuto adiposo),
rimanendo un piccolissimo residuo di tossine aspecifiche
soprattutto nel citoplasma cellulare, che il mitocondrio
(l'organulo cellulare fondamentale preposto alla produzione di energia),
ANALOGAMENTE A COME VEDREMO PER I GRASSI STESSI,
non può assolutamente "bruciare" direttamente,
ma deve prima modificare enormemente,
ED E' PROPRIO ESATTAMENTE QUESTA MODIFICA BIOCHIMICA
CHE L'ORGANISMO ATTUA DURANTE IL DIGIUNO
PER IL TENTATIVO DISPERATO DI PRODURRE ENERGIA
IN ASSENZA DI FRUTTOSIO E GLUCOSIO,
CHE PRODUCE A SUA VOLTA
NUMEROSISSIME ALTRE SOSTANZE ALTAMENTE TOSSICHE,
precisamente perchè la CELLULA
(soprattutto della specie umana)
E' PROGETTATA DALLA NATURA
PER "BRUCIARE" (SENZA DANNI) ASSOLUTAMENTE
SOLO ED ESCLUSIVAMENTE
FRUTTOSIO
[persino la molecola di glucosio, come abbiamo già visto,
proprio per poter innescare il ciclo di krebs (nel mitocondrio)
ed essere quindi ossidata ("bruciata"),
DEVE ESSERE PRIMA TRASFORMATA IN
FRUTTOSIO].
Difatti, una volta iniziato il digiuno,
l'ultimo pasto fornisce il fruttosio/glucosio necessario solo per poche ore,
dopo di che l'organismo comincia ad utilizzare
tutte le sue scorte di glicogeno
(già anche questo è fenomeno dannoso per l’organismo,
come vedremo meglio),
che è la prima cosa che "brucia" proprio perchè è la cosa meno difficile
per l'organismo stesso da trasformare in glucosio
ed infine nel FRUTTOSIO
assolutamente INDISPENSABILE per l’innesco salutare
dell’ossidazione mitocondriale;
DOPO CIRCA 36 ORE DALL'INIZIO DEL DIGIUNO
L'ORGANISMO TERMINA
TUTTE LE SUE SCORTE DI GLICOGENO,
E DA QUESTO MOMENTO IN POI
(a parte la predetta parte trascurabile di tossine citoplasmatiche residue,
che iniziano già a peggiorare di molto
la delicatissima procedura ossidativa cellulare,
producendo sostanze ancora più tossiche),
PUO' "BRUCIARE" QUASI ESCLUSIVAMENTE
L'UNICA STRUTTURA MOLECOLARE
CHE, PER GLI EFFETTI DEVASTANTI CHE PRODUCE
NELL'INTERO ORGANISMO
(soprattutto nella specie umana)
NON ANDREBBE ASSOLUTAMENTE MAI
UTILIZZATA A SCOPO ENERGETICO:
IL GRASSO
(in questa fase del digiuno, le proteine vengono "bruciate" mediamente per il 20% della produzione energetica totale, ed anch'esse, se usate a scopo energetico, sono ALTAMENTE DANNOSE, come vedremo meglio).
Ora, l'enorme problema è che i grassi
(contrariamente a glucosio e fruttosio
che hanno una struttura molecolare
A 6 ATOMI DI CARBONIO)
hanno mediamente una struttura molecolare
CON UNA VENTINA DI ATOMI DI CARBONIO,
e, per essere ossidati dal nostro mitocondrio
producono una quantità enorme
(miliardi di miliardi) di CORPI CHETONICI
(SOSTANZE ALTAMENTE TOSSICHE,
come
ACETONE,
ACIDO ACETACETICO,
ACIDO BETAIDROSSIBUTIRRICO,
ecc.),
che, infatti, si riscontrano continuamente,
in quantità assolutamente esagerate e pericolosissime,
nelle analisi del sangue
DI OGNI GIORNO
DI TUTTA LA DURATA DEL DIGIUNO
(portandolo su
UNA CONTINUA E SEMPRE PIU' GRAVE
ACIDOSI EMATICA E CITOPLASMATICA,
CHE E' ASSOLUTAMENTE TIPICA DEL DIGIUNO,
E CHE SPESSO, DURANTE DEI DIGIUNI,
HA PROVOCATO PROPRIO ADDIRITTURA
IL GRAVISSIMO COMA PER ACIDOSI,
CHE NORMALMENTE E' MORTALE)
e che sono esattamente anche quelle sostanze tossiche
che determinano nell'organismo di chi sta digiunando
tutte quelle famose
CRISI DI INTOSSICAZIONE (chetonica),
scambiate erroneamente per cosiddette
"crisi di disintossicazione" da chi sta digiunando.
Tra l'altro, la famosa e fastidiosa patina biancastra
che si forma sulla lingua di chi digiuna,
non è altro che una delle tantissime dirette conseguenze
della presenza dei predetti tremendi corpi chetonici nell'organismo,
e, quindi, la prova più visibile che ci si trova proprio in
uno stato fisiologico di
FORTISSIMA E GRAVE CHETOSI.
I corpi chetonici, infatti,
scorrendo anche nel sangue,
non solo si vanno ad infilare sempre più profondamente
in assolutamente tutti i settori più intimi dell'intero organismo,
fino a livello addirittura cellulare-nucleico,
ma addirittura l'organismo,
che ne diventa completamente invaso in pochissimo tempo,
cerca disperatamente di liberarsene in tutti i modi possibili,
sfruttando, quindi, anche,
ma solo ed esclusivamente dopo tutti i possibili canali interni (che richiedono meno energia), proprio con l'ultima forza della disperazione, anche tutti gli altri canali, fino addirittura a quelli più esterni in assoluto, come quelli presenti sulla superficie linguale stessa.
Quindi, la formazione della patina biancastra sulla lingua,
non è assolutamente un segno di disintossicazione,
ma, proprio esattamente del tutto al contrario,
UN SEGNO DI TOTALE INTOSSICAZIONE (CHETONICA)
DELL'INTERO ORGANISMO,
talmente accentuata e violenta, da spingerlo a fare una delle cose peggiori che un organismo vivente poteva arrivare a fare:
ad usare persino la lingua,
organo assolutamente d'entrata molecolare
(anch'essa ha un determinato grado di assorbimento molecolare
in fase trofica),
in maniera del tutto fisiologicamente inversa,
come organo d'uscita,
intasando, quindi, totalmente anche quell'importantissimo organo,
oltre ad aver già ormai completamente intasato tutti gli altri
(quando la lingua diventa biancastra vuol dire che
dentro tutto il nostro organismo, ormai,
già anche assolutamente tutti gli altri organi
sono stati completamente intasati, e quindi del tutto intossicati,
di quello stessa identica creta biancastra di pessime tossine chetoniche,
di cui la lingua stessa ne è pure proprio internamente piena
ed assolutamente intossicata,
visto che, anche di quelle presenti precisamente dentro la lingua stessa,
ne esce solo ed esclusivamente una piccolissima parte).
Inoltre, come predetto, il delicatissimo e complesso
apparato intracellulare del GOLGI,
che ha un ruolo FONDAMENTALE nella
DISINTOSSICAZIONE aspecifica,
può assolvere il suo compito SOLO ed ESCLUSIVAMENTE
in corrispondenza di pH ematico esattamente a 7,41, cosa, nel digiuno,
DEL TUTTO IMPOSSIBILITATA
dall'estrema acidosi ematica determinata specialmente dai corpi chetonici.
Il tutto è estremamente peggiorato
anche dal fatto che la mancata introduzione di cibo per via orale
(specialmente delle mele, notoriamente l'unico cibo al mondo a contenuto di tipologia di fibra sufficientemente peristaltica per la specie umana)
produce, molto velocemente,
IL DANNOSISSIMO (soprattutto in stadio intossicato)
BLOCCO TOTALE DELLA PERISTALSI;
quindi,
mancando il naturale ritmo peristaltico di contrazione-rilassamento,
tipico dell'intestino, che consente, tra l'altro,
lo scorrimento delle feci
e di tutte le scorie in direzione della fuoriuscita attraverso l'ano,
tutte le predette feci residue e scorie tossiemiche aspecifiche
RIMANGONO
ASSOLUTAMENTE DENTRO L'INTESTINO STESSO,
addirittura per tutta la sua lunghezza, e, quindi,
invece di essere espulse, del tutto al contrario,
ADERISCONO DANNOSISSIMAMENTE
A TUTTE LE PARETI INTERNE DELL'INTESTINO
(tenue e crasso)
persino per TUTTA la durata del digiuno
(l'acqua bevuta non è asolutamente in grado di innescare la peristalsi).
I tentativi di rimediare a questo disastro enterico (intestinale) da parte dei digiunisti (quello tipico sono i clisteri) sono poi assolutamente vani,
in quanto, ad esempio, l'acqua introdotta nell'ano con il clistere può ridurre le scorie presenti solo nella parte del colon più vicina all'ano, lasciando quindi del tutto inalterate le scorie presenti in tutto il resto
non solo del cortissimo intestino crasso (che addirittura ha un grado di assorbimento molto basso),
ma addirittura di tutto l'intero lunghissimo (oltre dieci volte più lungo) intestino tenue,
che, inoltre è, al contrario, è proprio quello che avrebbe più bisogno di essere pulito, visto che oltre ad essere, col blocco della peristalsi, il più pieno di scorie in assoluto, è anche quello che ha il grado di assorbimento più alto di tutte le sostanze, in questo caso anche delle più tossiche
[al contrario, ormai è arcinoto che il
"clistere" (o qualsiasi altro metodo "purificante")
PIU' POTENTE IN ASSOLUTO AL MONDO
è proprio esattamente la MELA,
che non solo PURIFICA MASSIMAMENTE l'intero intestino
con le sue POTENTISSIME FIBRE ed altre sostanze
che RIMUOVONO ed ASSORBONO direttamente
TUTTE le scorie tossiche intestinali,
di TUTTO l'intestino, TENUE e CRASSO,
usando anche la direzione di scorrimento naturale, dalla bocca all'ano,
ma addirittura, pure con tutte le altre
migliaia di sostanze chimiche assolutamente PERFETTE
PURIFICA MASSIMAMENTE ogni SINGOLA cellula
del nostro DELICATISSIMO organismo,
oltretutto senza minimamente "affaticare" il sistema digerente
(all'opposto, le sostanze della mela sono le uniche quasi "predigerite"
e le UNICHE AL MONDO che forniscono direttamente energia
ANCHE durante la digestione stessa),
che, DEL TUTTO AL CONTRARIO,
VIENE MASSIMAMENTE AFFATICATO
(LE ENERGIE SPESE ANCHE IN ATP PER REAZIONE
TOSSICOTICA ASPECIFICA E' ESATTAMENTE MASSIMA)
E ADDIRITTURA SEMPRE PIU' ROVINATO
PROPRIO DAL MASSACRANTE DIGIUNO
CHE BLOCCA TUTTE LE SCORIE
SEMPRE PIU' ALTAMENTE TOSSICHE
NON SOLO PRESENTI NELLE PARETI DELLO STOMACO,
MA DI TUTTO L'INTESTINO, SOPRATTUTTO TENUE;
in altri termini,
LA MELA E' IL
MASSIMO RIPOSO FISIOLOGICO,
IL DIGIUNO E'
IL MASSIMO STRESS FISIOLOGICO,
sotto tutti i punti di vista,
da quello gastrico, enterico, ematico,
fino a quello intracellulare, nucleico e genetico].
Tutto ciò peggiora tremendamente, col tempo,
anche le predette crisi di intossicazione (soprattutto chetonica),
che sono pericolosissime:
mediamente,
nel 41% dei casi di digiuno
si hanno conseguenze sintomatiche negative meno forti
(come
eventuali dolori o fitte,
eventuali mal di testa,
eventuali vertigini, ecc.),
fermi restando, tuttavia,
TUTTI I DANNI PROFONDI E GRAVI
DELL'INTOSSICAZIONE CHETONICA;
in un altro 56% dei casi di digiuno, addirittura,
LE CONSEGUENZE VANNO DA GRAVI A GRAVISSIME
[come
fortissimi e quasi continui dolori in una o più parti del corpo,
emicrania acuta e continua,
svenimento,
eruzioni cutanee talmente violente da lasciare irreversibilmente i segni sulla pelle per sempre (spesso anche nel viso),
emorragie orali (sangue dalla bocca),
emorragia urinaria (che porta cospicuo sangue nelle urine),
enorme eccesso di dissanguamento in fase mestruale (a volte si è rischiata finanche la morte per dissanguamento),
spesso verificatasi persino entrata in coma per acidosi, ecc.];
e nell'ultimo 3% dei casi di digiuno,
si è verificata persino
LA MORTE DEL DIGIUNANTE,
che diventa il 6% se si comprendono anche
i casi di morte subito dopo il digiuno.
Parallelamente, con l'organismo in costante forte acidosi,
le tossine citoplasmatiche non solo non riescono assolutamente ad essere espulse,
ma prendendo parzialmente anche il posto dei grassi bruciati durante il digiuno,
si radicano ancora più profondamente
in tutti i settori dei tessuti dell'organismo.
Dunque, col digiuno
NON SOLO NON SI EFFETTUA ASSOLUTAMENTE
NESSUNA DISINTOSSICAZIONE,
ma esattamente al contrario, come abbiamo visto,
IL DIGIUNO DETERMINA SEMPRE ADDIRITTURA
ALMENO 3 TIPI DI FORTISSIMA INTOSSICAZIONE
(entrambi sia ematici sia tissutali-cellulari, e persino perduranti nel tempo, in maniera sempre più strutturale e profonda a mano a mano che si fanno altri digiuni):
1) UNA ENORME INTOSSICAZIONE CHETONICA
(dovuta al metabolismo dei grassi,
proprio totalmente opposto all'iper-disintossicante
METABOLISMO DEL FRUTTOSIO, come predetto,
ASSOLUTAMENTE ESCLUSIVO del SOLO MELE);
2) UNA FORTISSIMA INTOSSICAZIONE PER TRASFORMAZIONE DI TOSSINE CITOPLASMATICHE
[LE TOSSINE RESIDUE NON VANNO MAI "BRUCIATE",
cosa che costringe l'organismo ad una loro precedente trasformazione ancora più tossica,
MA VANNO ESPULSE DIRETTAMENTE
(come predetto, tramite gli apparati escretori,
principalmente urina, feci e sudore)
operazione fisiologica delicatissima che, come abbiamo visto,
SOLO ED ESCLUSIVAMENTE
un metabolismo IN FASE MELARIANA
E' IN GRADO DI EFFETTUARE SENZA DANNI];
3) UNA PROFONDISSIMA INTOSSICAZIONE ENTERICA
[direttamente dalle pessime tossine aspecifiche bloccate
in tutta l'enorme lunghezza dell'intestino (è lungo oltre 14 metri),
ormai completamente aperistaltico;
come è invece notissimo, e già accennato,
SOLO ED ESCLUSIVAMENTE PROPRIO
LE SOFISTICATISSIME FIBRE DELLA MELA, per la specie umana,
SONO IN GRADO DI INNESCARE
UN SUFFICIENTE MOVIMENTO PERISTALTICO,
oltre che SMUOVERE, TRASCINARE ED ASSORBIRE
TUTTE le TOSSINE incrostate letteralmente
nelle totali pareti enteriche interne,
unici parametri che, nella disintossicazione a SOLO MELE,
sono in grado di
LIBERARE TOTALMENTE L'INTERO INTESTINO,
proprio per TUTTA la sua lunghezza (tenue e crasso),
DALLE PESSIME SCORIE TOSSICHE RESIDUE].
Le presunte guarigioni "del digiuno"
Le presunte guarigioni ottenute "col digiuno" sono dovute molto semplicemente al fatto che le misurazioni diagnostiche (analisi ematiche, radiografie, ecc.) sono effettuate
sempre
PRIMA dell'inizio della cosiddetta "preparazione al digiuno"
(periodo di alimentazione scalare verso la frutta, poi periodo di frutta,
a diminuire fino a periodo a succhi di frutta),
e sempre
DOPO il periodo cosiddetto di "uscita dal digiuno"
(speculare rispetto alla "preparazione", cioe periodo di succhi di frutta, periodo di frutta, e periodo di alimentazione scalare di ritorno verso l'alimentazione finale).
Cioè, ad esempio,
se si vuole effettuare anche 1 sola settimana di digiuno,
occorre effettuare come minimo 7-10 giorni di preparazione scalare a base di FRUTTA,
poi i 7 giorni di digiuno,
e, infine, almeno altri 7-10 giorni di uscita scalare a base di FRUTTA;
QUINDI SU 27 GIORNI DELLA COSIDDETTA "terapia del digiuno",
IN REALTA', ALMENO 2O GIORNI SONO STATI A BASE DI ALIMENTAZIONE DI FRUTTA:
ebbene, se c'è stato un miglioramento in salute dopo quei 27 giorni,
E' STATO SOLO ED ESCLUSIVAMENTE GRAZIE AGLI ALMENO 20 GIORNI A BASE DI FRUTTA,
in cui i 7 di digiuno hanno, invece,
SOLO ASSOLUTAMENTE FRENATO, REINTOSSICATO,
CHETONIZZATO, ACIDIFICATO, ECC.
TUTTO L'INTERO ORGANISMO.
Quindi, a rigore, l'eventuale miglioramento in salute
E' STATO SOLO ED ESCLUSIVAMENTE GRAZIE
ALL'AZIONE DISINTOSSICANTE DELLA FRUTTA,
e, dunque,
assolutamente non "grazie al digiuno" ma semmai,
del tutto al contrario,
NONOSTANTE IL DIGIUNO.
Origine innaturale della teoria del digiuno
La massacrante teoria del digiuno ha preso origine specialmente
dalla mancanza di un minimo di precisione:
IN NATURA
(e si sottolinea in natura, cioè, con la specie animale nella più totale libertà e in presenza di ecosistema specie-specifico)
IL DIGIUNO NON ESISTE ASSOLUTAMENTE.
Prima di tutto un animale, sempre in natura,
(quando, nella propria nicchia ecologica, viene lasciato libero di cibarsi CON IL CIBO ADATTO ALLA SUA SPECIE)
NON SI AMMALA ASSOLUTAMENTE MAI,
e, quindi, nemmeno potenzialmente,
può anche solo lontanamente pensare di digiunare;
ma nel rarissimo caso in cui, per qualche variazione ecosistemica,
possa innescare una intossicazione aspecifica, e quindi si "ammali",
NON SOLO NON E' ASSOLUTAMENTE VERO CHE DIGIUNA,
MA PROPRIO ESATTAMENTE AL CONTRARIO,
ISTINTIVAMENTE VA IMMEDIATAMENTE
ALLA RICERCA ASSOLUTAMENTE DISPERATA,
se carnivoro, granivoro, erbivoro, (ecc.),
DEL SUO CIBO DI RIASSETTO H
(di cui si accennava nel relativo paragrafo,
CHE, come abbiamo visto, FA GIA' ASSOLUTAMENTE PARTE DELLA SUA ALIMENTAZIONE NATURALE,
e che, quindi, l'animale, nell'ecosistema adatto alla sua specie,
conosce già perfettamente, specialmente dotato di molta fibra,
e quindi estremamente "pulente" ed a innesco di fisiologia disintossicante),
mentre, se fruttivoro, istintivamente va immediatamente
ALLA RICERCA ASSOLUTAMENTE DISPERATA
DEL SUO FRUTTO SPECIE-SPECIFICO.
In entrambi i casi, quindi, in natura,
L'ANIMALE INTOSSICATO VA IMMEDIATAMENTE
ALLA RICERCA DISPERATA DI UN SUO CIBO
che tende a disintossicarlo aspecificamente,
e, quindi, "pulirlo" molto velocemente (assorbendo anche immediatamente il grosso delle tossine aspecifiche che, altrimenti, specialmente col digiuno, rimarrebbero per molto tempo nell'organismo, danneggiandolo enormemente).
In altre parole,
un animale, quando è libero in natura, nella propria nicchia ecologica,
in caso remoto di intossicazione aspecifica ("malattia"),
NON SOLO NON DIGIUNA ASSOLUTAMENTE
(con il digiuno avrebbe solo peggiorato enormemente la sua salute, tramite fortissima chetosi ed acidificazione, entrambi massimamente intossicanti),
MA, PROPRIO DEL TUTTO ESATTAMENTE AL CONTRARIO,
TORNA ADDIRITTURA IMMEDIATAMENTE E DRASTICAMENTE
ALLA SUA ALIMENTAZIONE
PIU' FILOGENETICAMENTE AVANZATA
(che, quindi, per la disintossicazione aspecifica
di un individuo appartenente alla SPECIE UMANA
corrisponde esattamente al suo frutto specie-specifico,
cioè la MELA).
Ad esempio, gli stessi carnivori (come i felini, gli uccelli carnivori, ecc.) che, in caso raro di intossicazione aspecifica, non fanno altro che aumentare drasticamente, istintivamente immediatamente, la percentuale, nella loro alimentazione, di alcuni tipi molto particolari di piante erbacee, o di frutti, o di altra parte di vegetale, (cibo di riassetto H specie-specifico), che loro già normalmente consumano,
quindi,
dal punto di vista biochimico,
per disintossicarsi aspecificamente,
non fanno altro che ALIMENTARSI
della loro alimentazione più filogeneticamente avanzata
(cioè più vicina al ciclo H);
stessa cosa, gli uccelli granivori, in raro caso di intossicazione aspecifica, anch'essi aumentano immediatamente e drasticamente la percentuale del loro cibo di riassetto H,
il più spesso delle volte costituito dai frutti "a chicco" e simili,
che accennavamo prima, che loro già normalmente consumano;
sono notissime anche le disintossicazioni aspecifiche attuate dagli erbivori, osservate dettagliatamente anche, ad esempio, sui cavalli,
i quali, specialmente nei casi più gravi (come addirittura tumori, causati da alimentazione innaturale dei relativi allevamenti),
se lasciati liberi, si sono allontanati all'interno di boschi e radure erbose, fino a trovare finalmente, e nutrirsi,
proprio della loro pianta erbacea specie-specifica,
e, con sorpresa degli stessi osservatori, guarendo in pochissimo tempo, senza, in quel caso di intossicazione aspecifica artificiale da allevamento, dover nemmeno ricorrere al loro cibo di riassetto H (che spesso, anche per gli erbivori, può essere costituito da un particolare tipo di frutto).
Ciò che ha portato all'enorme e massimamente distruttivo errore
della teoria del digiuno,
sono le ovviamente totalmente distorte osservazioni di animali
effettuate in cattività
(cioè specialmente al chiuso, come gabbie, appartamenti, ecc.),
e, quindi, solo ed esclusivamente nel caso in cui la particolare
specie animale è stata allontanata dal proprio ambiente naturale (ecosistema specie-specifico),
situazione nella quale, non trovando assolutamente,
ad esempio, le erbe (o altro vegetale) disintossicanti aspecificamente adatte alla propria specie (ad esempio, nelle gabbie degli zoo, negli appartamenti, ecc.),
talvolta, con loro enorme sofferenza e addirittura disperazione,
sono assolutamente costretti a persino a digiunare, frenando enormemente ed in maniera massacrante per il loro organismo, la disintossicazione aspecifica rispetto al loro cibo disintossicante specie-specifico,
innescando così il distruttivo metabolismo del digiuno (distruttivamente chetonico, assolutamente intossicante aspecificamente, e massimamente acidificante) che lo porta a "mettersi rannicchiato in un angolo", soffrendo in
silenzio, o spesso con lamenti, o persino piangendo (ad esempio, come il cane), talvolta anche per giorni, rifiutando ovviamente qualsiasi altro "cibo" (che non è certo quello che avrebbe cercato lui nel suo ambiente naturale per la particolarissima disintossicazione aspecifica adatta alla sua specie) gli venga offerto (qualche volta con evidenti crisi di intossicazione chetonica, sempre con danni alla salute, a volte irreversibili, come nella specie umana).
Quindi, in altri termini,
in natura, con la specie animale vivente nel proprio
ecosistema specie-specifico ed in condizioni di assoluta libertà,
anche nel rarissimo caso di intossicazione aspecifica ("malattia"),
NON SOLO IL DIGIUNO NON ESISTE ASSOLUTAMENTE,
ma l'animale attua istintivamente e immediatamente
una procedura di disintossicazione aspecifica
ADDIRITTURA TOTALMENTE TROFICAMENTE CONTRARIA,
E BIOCHIMICAMENTE DEL TUTTO OPPOSTA,
AL DIGIUNO STESSO:
và, cioè, improvvisamente
ALLA RICERCA VELOCISSIMA,
e talvolta persino disperata,
PROPRIO DELL'ALIMENTO PIU' ADATTO ALLA SUA SPECIE,
quindi il più vicino al ciclo H, che, dunque,
NELLA COMPARAZIONE TROFICA CON LA SPECIE UMANA,
CORRISPONDE PERFETTAMENTE PROPRIO ALLA MELA.
Precisazioni tecnico-scientifiche sulla
FISIOLOGIA del DIGIUNO
Quanto più si approfondisce la FISIOLOGIA del DIGIUNO
(sia dal punto di vista di biologia molecolare
che di fase sperimentale diretta sulle persone,
ovviamente esclusi i predetti giorni di
“ingresso” ed “uscita” fruttariani o analoghi, che invece, se raggiunti in modo graduale e attuati in modo sostenibile sono molto positivi),
tanto più ci si rende conto di quanto la
FISIOLOGIA dei giorni effettivi di DIGIUNO è
TOTALMENTE MASSACRANTE per l’intero organismo umano, soprattutto se comparato alla
PERFETTA FISIOLOGIA DISINTOSSICANTE del MELARISMO.
Il digiuno, provocando anche un eccesso di glucagone,
innesca una TOSSICA ENORME AUTOFAGIA INDOTTA,
cioè un tasso in IPER-ECCESSO del fenomeno AUTOFAGICO (autolisi),
superiore persino a quello della fase tossica onnariana (che avviene per effetto di un alto danneggiamento di moltissime membrane, organuli e tessuti);
infatti, in alimentazione specie-specifica (soprattutto nella specie umana), non provocando essa alcun danno strutturale, il fenomeno autofagico è addirittura infinitesimale (quasi zero), e limitato al solo EVENTUALE ricambio naturale fisiologico dopo lunghissimo periodo;
inoltre, come vedremo meglio, anche la fase di disintossicazione in alimentazione specie-specifica attua una procedura enormemente più pulita e non invasiva rispetto all’autofagia, cioè avviene fondamentalmente per mezzo di
ESPULSIONE TOSSI-ASPECIFICA DIRETTA
(consentita pure da un pH ematico costantemente al valore ottimale di 7,4,
che consente il perfetto funzionamento enzimatico anche dei principali apparati endocellulari di disintossicazione aspecifica, dal Golgi, ai perossisomi, al reticolo endoplasmatico liscio e rugoso, ecc.)
coadiuvata da una
PERFETTA AUTO-RIPARAZIONE
soprattutto MACROMOLECOLARE DIRETTA (compeso del DNA cellulare e mitocondriale), assolutamente non su base autofagica,
lasciando lo stesso fenomeno autofagico (comunque protetto almeno
dalla potentissima miscela specie-specifica di antiossidanti della mela)
unicamente ai casi del tutto residuali ed eccezionali.
Rispetto a questa
perfetta e pulitissima disintossicazione specie-specifica,
il DIGIUNO, totalmente al CONTRARIO, innesca un
MASSACRANTE IPER-ECCESSO di
AUTOFAGIA TRIPLICE
cioè persino su TRE fronti molecolari principali, soprattutto strutturali:
1) GLICO-AUTOFAGIA
2) LIPO-AUTOFAGIA
3) PROTEO-AUTOFAGIA.

mercoledì 7 dicembre 2016

Blitz Sole24Ore Vegani contro Cruciani: “Combattiamo anche per tua figlia”

Nuovo atto nella telenovela fra Giuseppe Cruciani – favorevole alla caccia – ed i vegani, che lamentano la falsità di notizie sulla regolamentazione di questa.


La polizia ha raggiunto alcune persone che hanno manifestato ieri durante La Zanzara nella sede del Sole 24 Ore con alcuni cartelli: “Giornalisti prezzolati, dite la verità“, “Quinto comandamento non uccidere, vale per tutti“, “La caccia uccide animali  umani” e “Cruciani, lottiamo anche per tua figlia“





Ovviamente è andato a ricevere i manifestanti l’inviato delle grandi occasioni, Andro Merkù, che ha permesso la comunicazione fra il conduttore ed una rappresentante incatenatasi – Alessandra Dilenge –  dei contestatori: “Dovete dire la verità, perché non siete informati. Siete giornalisti e dovete sapere ciò di cui parlate.”




Parenzo ha suggerito di prendere in ostaggio Merkù mentre Cruciani ha ricordato, oltre a dire “W la caccia”, certi cinguettii che augurano a bambini che mangiano carne di morire di cancro.



In un altro collegamento è staro tirato in ballo Freuud e del fucile che sarebbe “un’estensione del membro dei cacciatori“

 In seguito – mentre Parenzo imitava Mario Capanna – è sceso Sebastiano Barisoni, vicedirettore della radio, accusato di essere pro-banche

Santoro pro Bilderberg: “La7 è una Cnn all’amatriciana”

Michele Santoro a La Zanzara su Radio 24: “La7? Non è una televisione, ma Cnn all’amatriciana. E perde pure Crozza”.



 “Cairo? Per vendere a lui devi farlo gratis e mandare pacco di salami a Natale”. “Rai? Ho venduto un programma e ci ho rimesso 30mila euro”. “Io servo di Renzi? Fesserie e banalità”.

video dove si evince che santoro non parla di signoraggio bancario

“Io schierato contro il no per tornare in Rai? Non sono tornato in Rai, ho solo venduto un programma chiavi in mano. Non vedo quale sia questo tornaconto sterminato. Ci ho anche rimesso 30 mila euro. Tutto fatturato, i  grillini possono venire a controllare”. Lo dice Michele Santoro a La Zanzara su Radio 24. “Chi dice che sono servo di Renzi – aggiunge Santoro commentando una frase della giornalista Luisella Costamagna – dice delle fesserie e delle banalità”.

Taormina: “Lapo? Non credo al finto sequestro”

Carlo Taormina ci dice la sua sui fatto accaduti a Lapo Elkann.”Penso che ci sia molto di più di quello che è apparso. Mi sembra strano che per 10 mila dollari sia successa una cosa del genere”.



 Che cosa ne pensi del genere trans?
 “Bisogna chiedere a chi pratica, è una deriva dal punto di vista del costume”

Paola Saulino: “Ha vinto il No e farò il Pompa Tour”

Paola Saulino ha promesso un pompino a chi ha votato no al referendum, organizzando un tour. “Comincia il 7 gennaio” ci dice, e verrà mantenuto.



 Madonna aveva promesso e non ha mantenuto, e invece Paola scende in campo, “Non ho ancora i dati sulla quantità, certo che li farò questi pompini” ci rassicura. “È una cosa fatta in riservatezza e in serenità: l’amore è il linguaggio del mondo, ormai ci sono troppo dentro”.



Scoop Cruciani a La Zanzara: Giorgio Calabrese è vegetariano

Breaking news a La Zanzara condotta da Giuseppe Cruciani, David Parenzo, Olga Mascolo e Andro Menrkù: rilanciata la notizia che circola già da un po in rete




Giorgio Calabrese sembra sia stato convertito sulla via del vegetarismo dal suo maestro Umberto Veronesi a sua volta educato sulla via del fruttarismo SOSTENIBILE dal più grande scienziato di tutti i tempi ovvero il prof Armando d'Elia a sua volta avviato allo studio del fruttarismo da George Cuvier fondatore di una intera disciplina scientifica ovvero l'anatomia comparata

Studio internazionale: nessuno desidera la creazione di denaro da parte di banche private

Internazionale/Svizzera – Uno studio realizzato in 20 Paesi con 23'000 persone rivela che solo una piccola parte sa che il denaro elettronico sui nostri conti è creato dalle banche private. Apprendendo che oggi più del 90% del denaro è creato da banche private, la maggioranza delle persone interrogate lo disapprova.



Secondo Martin Wolf, capo economista della Financial Times, “affinché si possa discutere sul futuro del sistema monetario è necessario che il pubblico comprenda il suo funzionamento.  Lo studio dimostra che pochi ne sono a conoscenza. Dimostra pure che quando la popolazione viene informata sulla realtà non la gradisce.Il Professore di economia Reinhold Harringer, portavoce dell’iniziativa Moneta intera, aggiunge: “Quando i cittadini apprendono che il 90% del denaro in realtà sono Franchi bancari creati privatamente lo ritengono ingiusto. Solo la Banca nazionale dovrebbe creare il nostro denaro. Questo è ciò a cui auspica l’iniziativa Moneta intera, che prossimamente andrà in votazione.

A livello internazionale la riforma per una moneta intera è maggioritaria
Lo studio dimostra che una riforma per una moneta intera sarebbe maggioritaria globalmente. In Svizzera l’iniziativa Moneta intera, che andrà in votazione nei prossimi anni, intende vietare alle banche private la creazione di denaro per conto proprio. Solo la Banca nazionale potrà creare moneta scritturale, come già oggi ha la prerogativa sulla creazione del denaro contante. Questo è ciò che la maggioranza della popolazione crede già oggi essere realtà. La riforma per una moneta intera comporta denaro sicuro e un sistema finanziario stabile, riduce il problema del “too-big-to-fail” e impedisce bolle finanziarie.

Solo una minoranza è a conoscenza della creazione di denaro da parte delle banche private
Il 30% delle persone interpellate non sapevano chi crea il denaro. Il 50% pensavano che fosse una istituzione pubblica (Stato o Banca nazionale) a crearlo, e solo il 20% conoscevano la risposta corretta, ovvero che più del 90% del denaro è creato da banche private.

Chi è al corrente desidera un cambiamento

domenica 4 dicembre 2016

Un proyecto sobre harina de plátano liderado por la ULL presenta sus primeros resultados en La Palma

La Casa de la Cultura del Ayuntamiento de Los Llanos de Aridane acogió recientemente la presentación de los resultados preliminares del proyecto "Valorización de los residuos orgánicos de empaquetados de plátano como ingredientes de alto valor nutricional para la alimentación humana”, promovido conjuntamente por la Universidad de La Laguna, el Instituto Canario de investigaciones Agrarias (ICIA) y la Cooperativa Platanera de Canarias (COPLACA).

Durante el encuentro se dio a conocer el proyecto y sus primeros resultados a través de tres breves exposiciones a cargo de Ana Piedra Buena, del Departamento de de Ciencias de la Navegación, Ingeniería Marítima, Agraria e Hidráulica de la ULL; José Oramas, jefe del Departamento de Calidad de COPLACA; y David Montesdeoca, de la Asociación de Celíacos en La Palma.

El proyecto financiado por la Fundación Cajacanarias se inició en enero de este año y finalizará en diciembre de 2015. Su objetivo es utilizar la fruta verde no comercializable de los empaquetados de plátanos como materia prima para la elaboración in situ de harina para consumo humano. Esto supone una alternativa de gestión para este tipo de residuos orgánicos, a la vez que valorizaría esta fruta a través de su aprovechamiento en alimentación.

José Oramas destacó el interés de su organización en la búsqueda de alternativas para gestionar y valorizar la fruta no comercializable a través de su industrialización. Ana Piedra Buena expuso los objetivos, desarrollo y primeros resultados de este proyecto, resaltando la importancia de aunar esfuerzos de los diferentes centros de investigación con el sector productivo y la sociedad.

La harina de plátano, que se consume habitualmente en otras regiones productoras, es especialmente interesante para la población celíaca (unas 20.000 personas diagnosticadas en Canarias), pues carece de gluten, y para los diabéticos, puesto que posee un bajo índice glucémico.

Why does $500 trillion rich Rothschilds are not on Forbes richest people list?

Cory A. Martin:

 It has to do with two key issues: dilution/distribution and private wealth.

Private:

Rothschilds do not hold their wealth in public companies (otherwise it would be rather simple to calculate a rough idea of how much money is actually held throughout the family. With no requirement to disclose key financial metrics like revenue and profit, the best we can do is guesstimate the growth and current status of their wealth

Distribution/Dilution:

The Rothschild's money is now in several families and companies, across the globe. It would take an immense amount of time and effort to truly figure out where it all disseminated to and how much is where. Although theoretically possible, there is no real value gain by knowing where it's at and how much is there.

Some families like the Rockefellers are a bit easier because the money is also 'newer' and hasn't had the ability to really grow and escape down dozens and dozens of family lines.


Sanjay k. Singh:

 Some members of both Rothschild and Rockefeller family are listed on Forbes Billionaires as of today. Since the stock values fluctuates everyday, they tend to go up and down the billionaires list.

Currently (as of Dec 2015), there are 2 Rothschild listed on Forbes Billionaires list.

#1036 Jeff Rothschild $1.8B
#1122 Benjamin de Rothschild $1.7B

A Parigi una nuova legge permette a tutti di piantare un giardino urbano

A Parigi una proposta di legge incentiva tutti i cittadini a trasformarsi in giardinieri e a piantare, manutenendolo poi, il proprio giardino urbano in strade, aiuole, cortili, ma anche tetti e facciate verticali. Qualsiasi superficie della città potrà essere vegetalizzata, seguendo le linee guida dell’Amministrazione, allo scopo di introdurre sul suolo urbano 100 ettari di spazio verde entro il 2020.



Questo è l’obiettivo che il sindaco Anne Hidalgo ha posto come sfida raggiungibile nei prossimi anni, sottolineando che saranno le istituzioni parigine a fornire un kit di prima implementazione del giardino a tutti gli abitanti che ne facciano richiesta.

Un terzo degli ettari in questione saranno dedicati, da progetto, all’agricoltura urbana, spronando i cittadini verso la creazione di orti condivisi, ma anche pensili, in relazione ai permessi che saranno elargiti dalle amministrazioni stesse.

Le piante, stando alle linee guida del progetto, dovranno essere coltivate senza l’utilizzo di pesticidi, promuovendo la biodiversità locale e i giardini dovranno essere progettati in un’ottica di miglioramento estetico della città. 

Researchers Have Found That Plants Know They Are Being Eaten and They Don’t Appreciate it

Vegetarians and vegans pay heed: New research shows plants know when they're being eaten. And they don't like it.

That plants possess an intelligence is not new knowledge, but according to Modern Farmer, a new study from the University of Missouri shows plants can sense when they are being eaten and send out defense mechanisms to try to stop it from happening.

The study was carried out on thale cress, or Arabidopsis as it's known scientifically, which is closely related to broccoli, kale, mustard greens, and other siblings of the brassica family and is popular for science experiments. It is commonly used in experiments because it was the first plant to have its genome sequenced, and scientists are intimately familiar with how it works.

Going forward with the question of whether a plant knows it's being eaten, the University of Missouri researchers first took a precise audio recording of the vibrations a caterpillar makes as it eats the thale cress leaves, with the working theory that plants could feel or hear the vibrations in some way.

The researchers controlled the experiment by coming up with other vibrations that simulated other natural vibrations like wind noise that the plant might encounter.

The results? According to Modern Farmer, the thale cress produces mustard oils that are mildly toxic when eaten and sends them throughout its leaves to try to keep the predators away. The research also revealed that when the plants felt or heard "munching vibrations" from the caterpillar, they sent out extra mustard oils. But the plants didn't react when other vibrations were present.

sabato 3 dicembre 2016

ANDATE A VOTARE QUEL CAZZO di NO, non fidatevi dei sondaggi: pericolo brogli estero

Il 4 dicembre si vota il referendum confermativo sulla riforma della Costituzione che modifica 49 articoli della Costituzione riformando il Senato e il Titolo V relativo alla disciplina delle Regioni




Gli italiani domenica alle urne troveranno una scheda elettorale su cui sarà riportato il quesito sottoposto a referendum e due caselle su cui tracciare una croce sul "sì" oppure sul "no" per approvare o bocciare il referendum confermativo sulla Riforma costituzionale approvata con una maggioranza inferiore ai due terzi del Parlamento. 

Per il referendum confermativo non è richiesto il quorum di validità, quindi a prescindere dal numero di partecipanti, vincerà l’opzione (Sì o No) che ha ottenuto la maggioranza dei voti


I seggi saranno aperti per quasi tutto l’arco della giornata. Infatti si può votare per il referendum sulla riforma costituzionale dalle 7:00 alle 23:00 di domenica 4 dicembre.


 su Rai 1 Porta a Porta andrà in onda alle 22:50 con lo speciale “Italia al voto Sì e No”, che durerà fino alle 2:00 di notte. A partire dalle 22:30, invece, Matrix andrà in onda su Canale 5 con lo “Speciale Referendum”.




BROGLI DEL CICISBEO DELLA BOSCHI SUL VOTO ESTERO?

venerdì 2 dicembre 2016

BOOKMAKER INGLESI SICURI: PREMIER SCONFITTO AL 77%

I bookmakers britannici per una volta sembrano d`accordo con i sondaggisti italiani. Anche per gli scommettitori d`Oltremanica l`esito del del voto del 4 dicembre sembra essere chiaro: vincerà il No e la riforma costituzionale voluta dal governo guidato da Matteo Renzi sarà bocciata.




Almeno stando alle quote pubblicate da Ladbrokes e SkyBet, due delle maggiori aziende inglesi di betting, ci sono pochi dubbi: la vittoria del No è offerta 2/7, ovvero puntando 7 euro se ne vincono appe- na 2. Fatti i conti, significa che alla vittoria del No è associata una probabilità del 73%. La vittoria del Sì invece è quotata 5/2: puntando 20 Euro se ne vincono 50, pari a una probabilità del 27%.




giovedì 1 dicembre 2016

Vittorio Sgarbi contro il macellaio Hermann Nitsch

Continuano a montare rabbia e polemiche per la mostra di Hermann Nitsch, che si terrà ai cantieri culturali della Zisa di Palermo dal 10 luglio al 20 settembre. La rassegna dal titolo Das Orgien Mysterien Theater è già stata censurata in Messico e in molti hanno firmato una petizione per cancellarne ogni traccia anche dal capoluogo siciliano. L'artista austriaco, molto quotato in diverse parti del mondo, pratica l’uso sacrificale di animali già destinati alla macellazione facendo riferimento ai culti precristiani ispirati ai miti greci.

Una dura presa di posizione contro Hermann Nitsch porta la firma di Vittorio Sgarbi: "La sua non è arte, i palermitani fanno bene a ribellarsi", si legge su Repubblica. Il critico aggiunge:

Guai a censurare la mostra, altrimenti si ottiene l'effetto contrario, si fa il loro gioco. Ci sono artisti che hanno campato decenni con la censura. Che ne hanno fatto la loro cifra. La mostra va fatta. Tanto, diciamolo chiaro, non credo ci andrà qualcuno.

NOvara in vantaggio sul SIena! IL 4/12 CHIUDE IL CAMPIONATO: NOvara va A +8 sul SIena

Mancano pochi giorni alla fine del campionato ed il testa a testa tra NOvara e SIena entra nella fase clou. Con grande impegno ed abnegazione, lavoro e qualità, il 18 novembre, il NOvara si era portato a + 8 sul SIena salvo poi accusare una flessione nella settimana successiva a quella data.



Infatti la supercampagna acquisti del presidente del SIena aveva riportato i toscani a soli 5 punti. Giocatori come Mass Media, Gior Naloni, Bonus Quaelà, Marc Hette, End Orsement solo per citarne alcuni avevano rosicchiato parte del vantaggio. Così, al grido di “Buf Alè, Buf Alè, Buf Alè” l’aggancio ed il successivo sorpasso del SIena sembrava imminente.




Ma ecco che l’orgoglio del NOvara, guidato dai soliti fedelissimi Enza Coer, Ver Ità, Del Paese Bene e dal Capitano Dem Ocrazia ha incredibilmente ribaltato di nuovo tutto.

Così oggi, 30 novembre 2016, il NOvara è di nuovo ad 8 punti di vantaggio sul SIena.

lunedì 28 novembre 2016

Auto elettriche: anche in Austria 4000€ a chi le compra

Come in Germania, fino a 4.000 euro di bonus per chi compra un’auto a batteria. Agevolazioni anche per le ibride plug-in e per chi installa una colonnina a casa


Dopo la Germania, anche l’Austria ha varato un piano di incentivi a sostegno della mobilità elettrica. Il bonus massimo approvato a Vienna è di 4.000 euro, esattamente lo stesso importo al quale aveva dato il via libera poco prima dell’estate anche il governo di Berlino.  

Obiettivo 16.000 veicoli elettrici, a idrogeno, ibridi plug-in  
Investimenti e obiettivi sono diversi: la Germania ha stanziato 1,2 miliardi di euro, quasi la metà dei quali a carico dei costruttori, con l’obiettivo di raggiungere almeno quota 500.000 veicoli elettrificati entro il 2020. L’Austria si è limitata a 72 milioni e punta a 16.000 veicoli elettrici, a idrogeno (l’austriaca Magna è impegnata nello sviluppo di questa tecnologia ed ha esibito un prototipo al Salone di Hannover) e ibridi plug-in. Gli incentivi valgono sia per i privati sia per le imprese e sono equamente divisi tra i ministeri dei Trasporti, dell’ambiente e gli importatori.  

Fino a 4.000 euro di bonus per le auto elettriche  
Nel dettaglio, i modelli a zero emissioni (elettrici o a idrogeno) beneficiano di 4.000 euro (3.000 per le aziende), mentre quelli ibridi plug-in di 1.500, fino a un totale massimo di 48 milioni. Cinque milioni sono espressamente riservati alle due ruote a batterie e ai veicoli commerciali leggeri elettrici. 
I restanti 19 milioni serviranno per il potenziamento della rete di ricarica pubblica, di quella rapida in particolare: ciascuna colonnina realizzata a partire dal 2017 verrà incentivata con 10.000 euro.
 I privati che optassero per l’installazione di una Wallbox ottengono altri 200 euro. Le auto elettrificate di distingueranno da una specifico segnale di riconoscimento. 

Rothschild Family's Net Worth Explained

The Rothschild Family
The Rothschilds are a prominent family, originally from Germany that established banking and finance houses in Europe beginning in the 18th century. Pioneers in providing capital for business, financing infrastructural projects such as railways and the Suez Canal, the Rothschilds molded the way the international world of high finance works today.



 Throughout the 19th and 20th centuries their very name was synonymous with endless wealth and extravagant lifestyles. It is also believed the Rothschild family, also known rather grandly as "The House of Rothschild," is believed to be the wealthiest family in the history of the world. According to some estimates, the Rothschild net worth is worth more than $350 billion when each member's personal fortunes is combined.

The Rothschild Empire had its genesis during the 1760s when Mayer Amschel Rothschild (1744-1812) founded a banking business in his native Frankfurt, in the German duchy of Hesse.
Over time and with the help of Mayer Rothschild's five sons, the family business expanded throughout several European countries. During 1815 and 1914, the Rothschilds controlled the world’s largest bank. Fast forward to more than two centuries, the Rothschild name is still synonymous with wealth and influence. In a 2005 issue of Forbes magazine, Mayer Rothschild ranked seventh on a list of the twenty most influential businessmen of all time. Here is an overview of how the Rothschilds became the world’s wealthiest family.

Mayer Rothschild

REFERENDUM: BOOKMAKERS, AUMENTANO LE PROBABILITÀ DI VITTORIA DEL NO

Aumentano le probabilità di vittoria del NO:ad oggi puntando 1 euro sulla vittoria del NO al referendum del prossimo 4 dicembre si vincono 1,29 euro.



 Al contrario azzardando sulla più improbabile vittoria del Sì, puntando 1 euro se ne vincono 3,50.

Anche i bookmakers, come i sondaggi, parlano chiaro: il NO è nettamente favorito.


M5S Roma: da settembre 2017 menù vegan nelle mense scolastiche

Dal primo settembre 2017 per i piccoli alunni pasti ricchi di frutta, verdure e cereali. Il presidente della commissione Ambiente Diaco: «È già stato fatto a Torino dalla Appendino, come previsto dalle nostre linee programmatiche»



Dal settembre 2017 sulle tavole delle mense scolastiche i piccoli studenti di Roma troveranno anche menù vegani, vegetariani, bio e a chilometro zero. La proposta, elaborata dal M5S, sarà inserita nelle linee guida del nuovo capitolato d’appalto delle mense scolastiche del Campidoglio, ed è stata annunciata mercoledì in una seduta congiunta delle commissioni capitoline Ambiente e Scuola. I menù, ovviamente, non saranno solo composti da frutta e verdura ma realizzati, «in maniera più equilibrata verso il vegetariano, con l’aumento di frutta, verdura e cereali». E la carne? «Non verrà assolutamente tolta dai menù».

Gli organizzatori
Per supportare la novità, i presidenti M5S delle due commissioni, Daniele Diaco (Ambiente) e Maria Teresa Zotta (Scuola), hanno invitato un gran numero di esperti: dallo chef vegano al biologo nutrizionista, al pediatra Maurizio Conte fino al vegan blogger Claudio Moretti. Insieme a loro anche la responsabile del Coordinamento genitori democratici, Susanna Crostella. Presente in commissione anche Cinzia Padolecchia, direttrice del dipartimento Servizi educativi scolastici, Famiglia e infanzia di Roma Capitale.

Roma come Torino
L’obiettivo, ha spiegato Diaco, «è quello di dare un’indirizzo verso una sostenibilità anche attraverso l’alimentazione, ricorrendo a menù che non contengano prodotti di origine animale, con un apporto di alimenti vegetariani importanti, per una volta a settimana. Lo stesso progetto, ha sottolineato Diaco, «è già stato fatto a Torino dalla sindaca Appendino e a Roma vogliamo riproporre la stessa cosa, come prevedono le nostre linee programmatiche». Con in più «l’uso di materiali compostabili all’interno delle mense scolastiche e la raccolta differenziata dei rifiuti umidi».

Bando mense in scadenza, nel nuovo compresi anche i nidi
L’appalto in essere sulle mense scolastiche, ha spiegato la direttrice del dipartimento Servizi educativi scolastici del Comune «scade il 30 giugno 2017 e dobbiamo subito predisporre il nuovo bando, che andrà in vigore dal primo settembre 2017 - spiega Padolecchia - È stata già predisposta una bozza di memoria di giunta con le linee guida del nuovo capitolato: la gara odierna va dalle scuole d’infanzia a quelle primarie e secondarie ma non comprende gli asili nido, che invece saranno inseriti con il prossimo bando».

2016: Mantova è la provincia italiana in cui si vive meglio

Dopo cinque anni di dominio, Trento non è più la provincia italiana in cui si vive meglio, sostituita dalla neoeletta Mantova. La città lombarda vince la medaglia d’oro nella classifica di ItaliaOggi - Università La Sapienza, che ogni anno stila l’elenco dei comuni italiani in base alla qualità della vita.



Trento, quindi, scende di un gradino. La segue sul podio una new entry, Belluno, che l’anno scorso si trovava in ottava posizione. Nella top ten anche Pordenone (che passa da terza a quarta), Siena, Parma, Udine (tutte e tre in salita), Bolzano (declassata da seconda a ottava), Vicenza e Lecco.

Plants Respond to Leaf Vibrations Caused by Insects’ Chewing, MU Study Finds

Story Contact(s):
Jeff Sossamon, sossamonj@missouri.edu, 573-882-3346

COLUMBIA, Mo. – Previous studies have suggested that plant growth can be influenced by sound and that plants respond to wind and touch. Now, researchers at the University of Missouri, in a collaboration that brings together audio and chemical analysis, have determined that plants respond to the sounds that caterpillars make when eating plants and that the plants respond with more defenses.

domenica 27 novembre 2016

Roma: dov'è LAMBRENEDETTO? Grillo cade in una buca lasciata dal PD

Le buche nelle strade di Roma colpiscono ancora. Questa volta a farne le spese è stato Beppe Grillo, il leader del Movimento 5 Stelle, che durante il corteo dei pentastellati per il no al referendum è scivolato su un tratto di via Ostiense evidentemente dissestato ed è caduto per terra. Il comico genovese dopo essersi rimesso in piedi ha scherzato: «Chi è stato? C’è qualche infiltrato? Ste c... di buche! Le buche nelle strade le vogliamo mettere a posto? Chi è che le deve mettere a posto?»


Nella città a guida 5 Stelle la domanda, seppur ironica, tira in ballo la sindaca Virginia Raggi. Che, infatti, interpellata dai cronisti nel corso della stessa manifestazione, risponde: «Ci sono gli appalti che abbiamo avviato e i tempi necessari. Bisognerebbe capire perché» sulle strade dissestate «non sono intervenuti prima».

venerdì 25 novembre 2016

Vaccini: Lorenzin vuole pericolosi effetti collaterali in tutte le regioni

All’indomani del varo della legge dell’Emilia Romagna che introduce l’obbligatorietà delle vaccinazioni per i bambini che frequentano gli asili nido, anche altre Regioni mostrano l’intenzione di seguire l’esempio emiliano ed il ministro della Salute, Beatrice Lorenzin, afferma che i «i tempi sono maturi» perché ciò accada. Lo stesso premier Matteo Renzi, su twitter, ha lodato il presidente della Regione, Stefano Bonaccini, per l’iniziativa.

«I tempi sono maturi perché l’esempio dell’Emilia Romagna sia seguito anche da altre Regioni - ha detto Lorenzin -. Penso che la decisione dell’Emilia sia stata coraggiosa e giusta, a fronte di un calo vaccinale dei dati della Regione molto preoccupante, sia per quanto riguarda le vaccinazioni obbligatorie sia quelle facoltative».

SONDAGGI: VOCI DAL CONCLAVE, NO-rberto AL 55%, SI-mplicio AL 45%!

“Secondo quanto riportato dai nostri amici di RN, il saggio Pio Poli ha interpellato un campione di ben 100 cardinali intenzionati a esprimersi il 4 dicembre. Sapendo che i favorevoli alle modifiche sono devoti a San Simplicio e i contrari a San Norberto, ecco come si ripartiscono i cardinali.



San Norberto 55
San Simplicio 45

Voci dal Conclave: il voto sulla riforma del Concilio Ecumenico Fiorentino

(YouTrend.it)”



Ancora sondaggi! Corse cavalli ippodromo e vendita auto!
“La vittoria sembra essere sempre la stessa e con il risultato analogo ovvero  il cavallo Assemblage Hétéroclite al 55%  e Truie Blessee al 45% . Praticamente uguale o quasi a quello delle vendita dell’auto!

A Torino l'elisir dell’eterna giovinezza: FRUTTARISMO 3M e Carpotecnia Sostenibile

Non avranno ancora trovato l’elisir d’eterna giovinezza, ma ci si avvicinano i 282 progetti di ricerca arrivati da oltre 800 studiosi di tutta Italia, con 29 atenei rappresentati, sul tema dell’«ageing», l’avanzare dell’età. «Abbiamo messo in piedi il più grande centro di ricerca del Paese per l’invecchiamento sano e attivo. Corrisponde alle dimensioni di un ateneo di media grandezza», spiega Germano Paini, responsabile di #HackUnito for Ageing, la maratona lanciata dall’Università di Torino - e di cui «La Stampa» è media partner - per creare una piattaforma di progetti di ricerca.




Come intervenire sulla qualità del sonno per restare giovani, individuare i cibi che combattono la demenza, studiare le scelte di vita e la fuga non dei cervelli ma dei pensionati che vanno a vivere alle Canarie. Sono alcuni dei progetti per prodotti e servizi disponibili sulla piattaforma, che è anche un censimento di studi. Molti atenei portano avanti ricerche sul tema e la sfida è che facciano massa critica, coordinando sforzi e competenze. Tra oggi e domani più di 100 progetti si presentano al Campus Einaudi per cercare sinergie e presentarsi a imprese e investitori.

Established 2008: The Global Forum on Modern Direct Democracy Process

The first Global Forum on Modern Direct Democracy took place in September 2008 in Aarau/Switzerland, gathering professionals and activists from politics, academia, media, civil society, business, and administration who are working or interested in active citizenship and participatory democracy.

Since then the Global Forum has become the premier worlwide meeting place for a growing community interested in democratizing democracy, with Forums in Seoul (2009), San Francisco (2010), Montevideo (2012) and Tunis (2015).

Scandalo Emilia-Romagna: il PD obbliga i bambini ai PERICOLOSI effetti collaterali dei vacini, con l'homeschooling non si rischia

Adesso è legge, ed è la prima varata da una Regione italiana: per poter frequentare gli asili nido dell’Emilia-Romagna i bambini dovranno essere vaccinati. Lo prevede il progetto di riforma dei servizi educativi per la prima infanzia della Giunta regionale, approvato dall’Assemblea legislativa. Nel ridisegnare i servizi 0-3 anni, la norma introduce come requisito d’accesso ai servizi «l’avere assolto gli obblighi vaccinali prescritti dalla normativa vigente», e quindi aver somministrato ai minori l’antipolio, l’antidifterica, l’antitetanica e l’antiepatite B.

Una tutela per i più esposti a rischio contagi

«La nostra legge è a tutela della salute pubblica - ha detto il presidente della Regione, Stefano Bonaccini - cioè delle nostre comunità, e soprattutto dei bambini più deboli, quelli che per motivi di salute, immunodepressi o con gravi patologie croniche, non possono essere vaccinati e che sono quindi più esposti a contagi». Con questa misura, per Bonaccini, si apre la strada perché anche altre regioni seguano l’esempio. La legge è stata approvata con 27 voti favorevoli (Pd), 5 no (M5s) e 10 astenuti (Sel, Ln, Fdi, Fi). L’articolo 6, quello che introduce l’obbligatorietà dei vaccini, è stato votato da Pd, Sel, Fdi, Fi; contrario il M5s, astenuta la Ln. 

Global Forum sulla democrazia diretta 2015 a Tunisi

Il Global Forum on Modern Direct Democracy che si è tenuto a Tunisi è stato un successo. Decine di appassionati, esperti, rappresentanti politici e di organizzazioni internazionali hanno partecipato ai lavori per rafforzare e costruire nuovi legami di una rete globale basata sulla collaborazione e sullo scambio di best practice.



 Il promotore dell’iniziatiava, il presidente di IRI Europe Bruno Kaufmann, ha individuato il fine che il forum persegue con poche e semplici parole: trovare soluzioni per includere i cittadini nei processi decisionali perché non non è più possibile avere un governo per i cittadini, dobbiamo invece tendere a un governo dei cittadini


Global Forum on Modern Direct Democracy 2017 a TORINO

Roma, 24 nov. (AdnKronos) - "Il Movimento oggi ha quasi il 30%, ma nel 2013 abbiamo ottenuto il 25% dei voti a livello nazionale. Queste sono alcune cose che siamo riusciti a fare usando la Rete, sovvertendo le strategie dei partiti tradizionali. In 5 anni siamo passati da 0 a 8.700.000 voti". E' questo uno dei passaggi dell'intervento che Davide Casaleggio ha fatto a San Sebastian il 19 novembre, al Global Forum on Modern Direct Democracy che l'anno prossimo verrà ospitato a Torino, città amministrata dal M5S.



GLOBAL FORUM ON MODERN DIRECT DEMOCRACY 2016 in SPAGNA a San Sebastian

Active citizens and participatory governments are fundamental features of every modern democracy. When it comes to addressing major global challenges -- from education to welfare, migration and climate change -- social movements and local governments serve as the practical rescue teams for fundamental rights and freedoms enshrined in the concept of people power: transparency, accountability, delegation and participation.


More information: www.2016globalforum.com

Direct democracy is the solution not the problem: 2016 Global Forum on Direct Democracy in San Sebastán

Are the social media a threat for democracy? A panel of experts from the US, Sweden and Germany, led by swissinfo.ch's deputy editor in chief Reto Gysi (second from right), discuss the issue at the 2016 Global Forum on Direct Democracy in San Sebastán
(swissinfo.ch)



Meeting in San Sebastián last week, experts from more than 30 countries discussed ways to fend off attacks against participatory democracy. An international conference in Spain’s Basque Country provided some answers both in a local and global context.
Set against a series of ballot box upsets – notably in the United States, Britain and Colombia – activists, state representatives and academics exchanged ideas about granting citizens a direct say in political decisions.

lunedì 21 novembre 2016

Come ottenere il codice ISBN x pubblicare libri

Per aderire al sistema di codifica ISBN è necessario compilare l’apposito form web di adesione contenente i dati anagrafici dell’editore e del marchio editoriale per il quale si richiede l’attribuzione del prefisso editore o i dati anagrafici dell'autore in caso di richiesta di codici singoli per l'authorpublishing.

Una volta verificati i dati, l’Agenzia invierà, all’indirizzo e-mail indicato sul form web di adesione, le credenziali di accesso all’area riservata del sito dell’Agenzia da cui sarà possibile effettuare la richiesta dei servizi compilando il form web di richiesta che comparirà automaticamente in seguito all’accesso.

Dopo un massimo di 15 giorni lavorativi dalla richiesta  i codici saranno disponibili nell'Area Riservata di questo sito, accessibile con le credenziali assegnate e comunicate dall'Agenzia in seguito all'adesione.

Livorno: Nogarin vara la moneta complementare Tallero

Un sistema di sconti basato su una una banconota finta chiamata "tallero", quella che il sindaco cinquestelle di Livorno Filippo Nogarin chiama "moneta complementare". E' l'iniziativa dei commercianti di piazza XX Settembre a Livorno presentata oggi in collaborazione con il Comune. L'idea nasce dalle teorie sulle monete "alternative" all'euro, anche se poi nell'applicazione è più banalmente un meccanismo di sconto non molto diverso dalle tessere fedeltà. I "talleri" saranno distribuiti gratuitamente, a partire da domenica. Chi li presenterà in uno dei 20 negozi della zona dove un tempo c'era il mercato americano avrà diritto ad una riduzione del prezzo, stabilita dal commerciante. La media sarà del 10%, ma teoricamente si può arrivare anche al 30%, su certi prodotti e in certe giornate. Se un articolo costa, ad esempio 100 euro e il titolare del negozio ha deciso di offrire uno sconto del 10%, il cittadino che consegnerà 10 talleri pagherà 90 euro.

Nel nord dell’Iraq il Kurdistan costruisce la sua indipendenza

I curdi per la prima volta hanno un vero esercito. Lungo i villaggi tolti all’Isis nasce la nuova frontiera

Le nuove frontiere sono riconosciute dai trattati di pace. Ma vengono costruite in tempo di guerra. Mentre la battaglia di Mosul entra nel secondo mese, i bulldozer dei peshmerga curdi lavorano a pieno ritmo fra Bartella e Tall Kayf, lungo un arco a circa venti chilometri di distanza dalla roccaforte dell’Isis. Costruiscono un terrapieno alto tre-quattro metri e, a ridosso, una nuova strada che porta direttamente alle cittadine appena liberate. Una «circonvallazione» che una volta finita la guerra potrà collegare Erbil, capoluogo del Kurdistan iracheno, ai territori curdi più a Ovest. Ma potrà segnare anche la nuova frontiera di un Kurdistan indipendente.

Il terrapieno e la strada sono «provvisori» e servono a proteggere, ufficialmente, le truppe curde a guardia del territorio riconquistato dai colpi di mano dell’Isis. Il provvisorio, però, in Iraq diventa spesso definitivo. E per i curdi la distruzione dello Stato islamico rappresenta un’occasione storica. Esattamente come la caduta di Saddam Hussein. Allora, nel 2003, i peshmerga erano entrati anche a Mosul, assieme alle avanguardie della 101a divisione americana. Oggi, in base agli accordi con Baghdad, i curdi non hanno mire dirette su Mosul.

Tra Bashiqa e Kirkuk

La prossima crisi arriverà dalle banche italiane: parola di Eisman

L’ispiratore de “La grande scommessa”, il finanziere di Wall Street Steve Eisman vede nero sull’Europa. E punta il dito sui crediti deteriorati in pancia ai nostri istituti. “Se fossero valutati correttamente il loro capitale sarebbe spazzato via”

Era tra i pochi, nel 2007, ad aver previsto tutto. Steve Eisman aveva intuito che i mutui «subprime» - i prestiti concessi con scarse garanzie e poi «impacchettati» in rischiosi prodotti finanziari - avrebbero incrinato l’economia americana e quindi affossato Wall Street. Così non solo era rimasto al riparo dagli effetti nefasti della grande crisi, ma aveva scommesso contro le banche che si erano riempite di tali nefandezze che le agenzie di rating, comunque, classificavano come sicurissime: tripla A, il massimo della valutazione.

Guadagnò una fortuna al punto che la sua storia fu ispirazione per un libro e un successivo film premio Oscar dal titolo «La grande scommessa», traduzione italiana per «The big short», il grande scoperto, letteralmente. Ora ci risiamo. In un articolo apparso su «The Guardian», Eisman torna alla carica. Ma questa volta nel mirino mette il Vecchio Continente. 

domenica 20 novembre 2016

Senato: Lello CiampoLillo vs 'pianisti' che votano per gli altri senatori

Senato, schiaffi, insulti e querele a causa dei “pianisti” fra M5S e Gal


Volano gli schiaffi al Senato fra i parlamentari di Gal, Gruppo Grandi Autonomie e Libertà e i colleghi del Movimento 5 Stelle. Ma, poiché i panni sporchi si lavano in famiglia, la  zuffa è stata tenuta per ore riservata ed è poi emersa necessariamente quando uno dei contendenti, il senatore M5S Alfonso “Lello” Ciampolillo, ha deciso di passare alla querela.

giovedì 17 novembre 2016

Fruttarismo MDA: CONCLUSIONE della cena con PLATANO col FRULLATONE doppio

Una cena fruttariana in impostazione alimentare MDA o MMA quando NON si utilizza il platano oppure alu-kesel prevede la FONDAMENTALE chiusura della suddetta cena con il consumo da una a tre banane medio-grandi per tutti i motivi spiegati nel famoso testo scientifico 'Specie Umana: Progetto 3M' a cominciare dal consentire l'unica ottimale digestione specialmente di proteine e grassi fino alla presenza dei fitocomplessi glucidici (zuccheri semplici circondati dal relativo fitocomplesso) adatti sia ad un sonno ristoratore sia ad una grande energia mattutina del giorno successivo


Invece la cena fruttariana in impostazione alimentare MDA o MMA quando SI utilizza il PLATANO oppure ALU-KESEL (da NON mischiare tra loro) fresco o sfarinato (per fresco si intende il platano intero maturo o acerbo e per sfarinato si intende semplicemente il pacchetto di farina fatto in casa o acquistato) prevede le FONDAMENTALI seguenti regole nutrizionali (oltre all'ESSENZIALE sequenza generale che prevede l'inizio cena con MELONE e poi grande quantità di INSALATONA con frutta grassa e ortaggio che deve portare la quantità di CRUDO a costutuire almeno il 50% della cena stessa):

1) massimo DUE portate con ricette SALATE di platano o alu-kesel (di cui un PRIMO ad es. spaghetti, pizza, lasagna, riso, paella, couscous etc. ed un SECONDO ad es. polpette al sugo, burger, bistecca impanata, tacos o riso col jackfruit etc.)

2) massimo UNA portata con ricetta DOLCE di platano o alu-kesel (ad es. tiramisù, crêpe, torta, waffel, strudel, cialde, dolce al cioccolato etc.)

3) siccome il platano e l'alu-kesel sono acidificanti è IMPORTANTE usare un impasto (fresco o sfarinato) con almeno il 50% di rispettivamente ZUCCA Mantovana fresca (la miglior zucca detta anche Delica) o farina di ZUCCA (reperibile in internet ad esempio su tibiona.it o producibile in casa essiccando, frullando e poi macinando la zucca) affinchè la ricetta risulti sostenibile in termini di alcalinità (PH).
Nella ricetta DOLCE la percentuale di ZUCCA Mantovana nell'impasto col platano o alu-kesel va portata ad un minimo del 60% per il maggiore bilanciamento alcalino del ph richiesto dalla minor presenza di frutta alcalinizzante quale frutta ortaggio e frutta grassa
Al fine di legare (ed alcalinizzare ulteriormente) l'impasto va usata l'okra fresca frullata (in particolare per fare la mozzarella fruttariana la ricetta è la seguente: frullare avocado hass, olio denocciolato, okra fresca e sale, rispetto alla maionese fruttariana aumentare il sale dato che il sapore dell'okra è molto neutro)

4) allo stesso scopo di alcalinizzazione nella ricetta salata a base di platano o alu-kesel va usata il più possibile sia la frutta grassa (in particolare l'avocado CRUDO che fa da formaggio quando spezzettato e fa la famosa mozzarella carpotecnica quando frullato con gli ingredenti sopradetti, in particolare anche olive denocciolate di vari tipi e olio denocciolato a crudo da versare alla fine) che la frutta ortaggio, in particolare la ZUCCA mantovana cotta oltre ai classici zucchine, passata di pomodoro, pomodorini freschi etc.

5) la CHIUSURA DELLA CENA col platano o alu-kesel cotto va fatta NECESSARIAMENTE con DUE  bicchieroni di FRULLATO di MELA, MELONE ed un TERZO frutto tra i più gustosi quali ad esempio kako, mango ben maturo, albicocca, pesca, cherimoya (annona), fragole etc. 

Quanto sopra poichè i fitocomplessi degli zuccheri SEMPLICI presenti nella suddetta frutta dolce sono gli UNICI nutrienti che consentono la digestione ottimale oltre che di proteine e grassi anche degli zuccheri complessi e cioè dell'amido (che è formato da catene di molecole di glucosio).
2 bicchieroni è la quantità MINIMA per la digestione della suddetta tipologia di cena

Il frullato NON può in alcuna occasione essere sostituito dal molto più blando centrifugato, estratto, succo o simili in quanto in questi ultimi sono state eliminate TUTTE le fibre che sono INDISPENSABILI per il fondamentale contributo alla corretta scissione ed assorbimento dei macronutrienti (proteine, grassi, amido e analoghi)

Fruttemberg MULTIVERSITA' 3M - Detox MMA: sabato 26 agosto / venerdi 1 settembre 2017

VACANZA meravigliosa in riva al lago Trasimeno nella rigogliosa natura intorno alla Locanda del Galluzzo (Umbria) per 6 notti/7 giorni allietati dall'ALTA CUCINA CARPOTECNICA di Cosmo fruttariano 3M che ha reso famosi i Fruttemberg con stupenda PISCINA dove essere baciati dal sole


Con la Straordinaria Partecipazione della FAMOSA MASTERCHEF CARPOTECNICA la Fruttariana Silvia Aliprandi di Cosmo Fruttariano 3M notissima in tutto il web per le sue straordinarie ricette di Alta Carpotecnia, la gustosissima cucina del futuro


Nello staff del Fruttemberg 3M avremo la straordinaria partecipazione della Simpatica Conduttrice Modella Indossatrice Attrice Interprete Cuoca Cameriera detta The Body ovvero Virginia Balestra


L'OFFERTA MIGLIORE x l'intero soggiorno di 6 notti/7 giorni x 1 persona è nell'APPARTAMENTO quadruplo a 2 livelli, comprendente le Conferenze della Multiversità 3M (in ampia sala con vetrata panoramica con vista lago) + Pensione Fruttariana Detox MMA (con la famosa Alta Cucina Carpotecnica) + Alloggio (con doppia uscita su grande prato verde attrezzato) + Utilizzo Diurno e Notturno della Piscina Panoramica e portandosi lenzuola/sacco a pelo e asciugamani il prezzo totale x la singola persona si riduce a solo 330 €


Sarà con noi lo scatenato Prince bianco, Maestro di Disco Degrado, la musica allo stato puro ovvero Christian detto il Principe famoso per le sue interpretazioni di 'apri e chiudi la credenza', 'Tutto a posto a Ferragosto', 'Il camino di Gino lo Spazzino' e la sua parodia ovvero 'Il cammino di Gigi D'Agostino'





La grande novità di questo Fruttemberg è il lancio della prima Università del futuro: la MULTIVERSITA' 3M ovvero l'università multi-disciplinare comparata della specie umana


La seconda grande novità è che finalmente su grande richiesta unitamente alle conferenze scientifiche avremo il MASSIMO LIVELLO di DISINTOSSICAZIONE primario, la detox MMA che conferisce il più profondo BENESSERE senza effetti collaterali negativi