mercoledì 4 maggio 2016

Semi di albicocca? Avvelenamento da cianuro

Consumare semi di albicocca può essere estremamente pericoloso, secondo quanto stabilito dall’Efsa, l’Autorità europea per la sicurezza alimentare. Il fatto alimentare riporta la notizia del parere espresso dall’agenzia, dopo che la Commissione europea aveva chiesto un parere scientifico a riguardo.

L’Efsa ha stabilito che per un adulto bastano tre semi di albicocca di piccole dimensioni o mezzo seme grande per superare i limiti di sicurezza. Corrono un rischio maggiore i bambini per cui basta un seme di piccole dimensioni.

I semi di albicocca contengono una molecola, l’amigdalina. Se i semi vengono mangiati, questa molecola entra in contatto con alcuni enzimi che la trasformano in cianuro. Ogni grammo di amigdalina, infatti, rilascia 59mg di cianuro per cui l’avvelenamento può avere conseguenze mortali.


l’Efsa ha imposto un limite di 20 microgrammi per ogni chilo di peso corporeo come dose acuta di riferimento (DAR, ovvero la quantità di cianuro tollerabile per l’esposizione occasionale).

Nausea, febbre, mal di testa, insonnia, sete, letargia, nervosismo, dolori articolari e muscolari e ipotensione sono tutti sintomi di avvelenamento da cianuro.

Secondo quanto riportato dal quotidiano online i semi sono commercializzati prevalentemente via internet da rivenditori situati in paesi terzi e venduti come rimedio antitumorale. Alcuni siti raccomandano il consumo quotidiano di 10 semi alle persone sane e di addirittura 60 semi ai malati di cancro.

È importante ricordare che il consumo di albicocche non è collegato al pericolo di avvelenamento dato dal consumo dei loro semi.

Questo discorso vale per tutti i semi perchè contegono Fitotossine (metaboliti SECONDARI killer) con cui la madre (Pianta) inserisce al suo interno, per diffendere il suo piccolo (Seme)  dai predatori.

Quale madre non difenderebbe il suo/i piccolo/i con tutti i mezzi possibile..

(All’articolo sono state aggiunte delle informazioni)

Tramite: http://www.paradisefruit.altervista.org/consumate-semi-albicocca-ce-rischio-avvelenamento-cianuro/

Fonte: http://www.msn.com/it-it/salute/nutrizione/consumate-semi-di-albicocca-c%C3%A8-il-rischio-di-avvelenamento-da-cianuro/ar-BBsqbFr#image=1

7 commenti:

  1. DOMANDA A VOI
    Di chi siete agenti?Quali sporchi interessi difendete?
    L'articolo semi albicocche è totalmente errato solo pure menzogne e non è la prima volta che diffondete menzogne

    RispondiElimina
    Risposte
    1. che confutazione SCIENTIFICA! ma sei il fake di pataccaro?

      Elimina
    2. LE VERIFICHE SPETTANO A VOI PRIMA DI PUBBLICARE
      DARE DEL FAKE SENZA ALCUNA VERIFICA DEI FATTI E' IL SOLITO SISTEMA USATO DAI DISINFORMATORI

      Le contumelie servono solo a coprire l'assenza di fatti corretti, se verificate vedrete come stanno le cose.

      Se ne siete interessati vi posso mandare una grande quantità di informazioni

      Elimina
    3. ti esprimi esattamente come il filosofo CAZZARO.... quali sporchi interessi difendi? i suoi? che schifo.....manco sai cosa sono i metaboliti secondari killer e te ne vanti pure.... un altro piteco che non studia.... https://contiandrea.com/2014/07/09/fitotossine-milioni-di-volte-piu-tossiche-dei-pesticidi/

      Elimina
  2. UNA AGGIUNTA PROVATE A SPIEGARLA CON I 3 SEMI MASSIMI
    Da 3 anni io e la mia compagna tutti i giorni mangiamo un mix di noci varie tra cui 10-15 semi di albicocca testa e siamo ancora qui con nessuno dei sintomo di avvelenamento.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. aumenta tu (non la tua compagna), se hai coraggio, le dosi dei semi delle rosacee...in particolare i semi di mela.... solo un fake può mangiarsi i semi di albicocca.... che pataccaro....

      Elimina
  3. ANTICO PROVERBIO
    Si può portare un mulo all'acqua ma non si può costringerlo a bere.

    RispondiElimina