giovedì 2 giugno 2016

Alcalinizzarsi col cibo e gli ATP: studiate 3M e la nutrizione MDA

Alcuni medici non credono che una dieta di cibi crudi possa cambiare il nostro pH interno.Ecco la cruda verità che la maggioranza non conosce.

Modello tridimensionale di una molecola di ATP — gli atomi di carbonio sono di colore grigio, atomi di azoto sono di colore blu, il fosforo sono di colore giallo, e l'ossigeno è rosso.

Alcuni operatori sanitari vi diranno (perché è quello che gli è stato insegnato) che il pH di ciò che si mangia non cambia il tuo equilibrio acido / alcalino interno. Tale convinzione si basa su una comprensione semplicistica e incompleta di come la digestione operi e come l'effetto delle tossine acide interferiscano sul sistema (organismo) proprio a livello cellulare. In sostanza, si stanno sbagliando!

La ricerca mostra chiaramente che l'establishment medico su questo si sbaglia. Per prima cosa: il ruolo dello stomaco come un organo di digestione è la sua funzione secondaria.

Lo scopo principale dello stomaco è quello di creare agenti alcalini per neutralizzare tutte le tossine acide create dal cibo sbagliato (che ogni giorno quasi tutti mangiano), quindi per rendere l'ambiente ed i processi metabolici adatti al nostro corpo.

Come ha spiegato anche il Dr. Robert Young, l'acido cloridrico nello stomaco è in realtà un sottoprodotto della produzione di bicarbonato di sodio! Più alimenti o bevande acide si introducono, più bicarbonato di sodio lo stomaco deve produrre per tamponare gli acidi del cibo o delle bevande.

Ogni molecola di acido cloridrico prodotto nello stomaco è il risultato della creazione di bicarbonato di sodio ottenuto dalla copertura delle cellule dello stomaco. L'equazione è:
NaCl + H20 + CO2 = NaHCO3 + HCL

Il principale meccanismo d'azione che causa l'equilibrio acido / basico interno al corpo è abbastanza noto.
La chimica del sangue deve rimanere ad un pH costante all'interno della ristretta gamma di 7,35-7,45, rendendolo leggermente alcalino. Il nostro corpo, per mantenersi in vita, farà di tutto per mantenere questo equilibrio, o omeostasi (è la tendenza naturale al raggiungimento di una relativa stabilità interna delle proprietà chimico-fisiche).

In realtà, questo fatto è così importante per la nostra sopravvivenza che il corpo (ruberà) tamponi pH alcalino da altri organi per mantenere il pH del sangue equilibrato;
Altri organi, dove questo fattore non è così fondamentale per la vita o la morte nel breve periodo. Si può sopravvivere, ad esempio, ed è così anche nella vita di tutti i giorni, se il corpo prende in prestito il calcio dalle ossa per neutralizzare le tossine acide causate da l’assunzione di troppe proteine!
Naturalmente, con gli anni si finisce con l’osteoporosi, ma è un piccolo sacrificio, perché l'alternativa sarebbe una morte rapida.

Ciò che la maggior parte dei medici non si rendono conto è che questo processo, questo sacrificio, va molto più in profondità del prelievo di calcio dalle ossa - ogni cellula del  corpo può essere chiamata a fare un sacrificio simile quando lo stile di vita, la dieta e l'ambiente sono acidificanti.

Pensate a cosa mangiate e bevete, sono loro i responsabili della formazioni di tossine acide nel corpo!

Quando ciò accade un complesso processo chimico avrà il compito di mantenere un corretto equilibrio acido-alcalino tramite tutta una serie di meccanismi di tutte le parti dell’organismo che possono essere compromesse, perché il corpo crea costantemente reazioni chimiche che producono tossine acide.

Disporre di meccanismi per neutralizzare le tossine, chiamato meccanismi-tampone fa parte quindi del nostro sistema. Ma non è normale avere una carenza di sostanze necessarie per neutralizzare tutti questi acidi immessi con il cibo, il fumo, le bevande, gli alcolici, i farmaci, ecc.

Se non è possibile espellere tutte queste sostanze acide abbastanza velocemente, queste si diffonderanno poi per tutto il corpo, acidificandolo. Questa acidificazione non è sufficiente per essere etichettata come una malattia diagnosticabile chiamata acidosi, ma è quanto basta per modificare il sottile e delicato processo chimico della respirazione cellulare, che a sua volta può cambiare la chimica di tutto il corpo.

Naturalmente, il nostro organismo è progettato per sopravvivere anche sotto le circostanze più terribili, anche se non con il livello di salute e benessere che potrebbero interessarci!

Ogni processo metabolico nel corpo ha un meccanismo di emergenza secondario che entra in funzione quando la biochimica principale non funziona perché compromessa.

Così sane reazioni chimiche a base alcalina sono infatti completamente diverse da quelle che avvengono in un sistema malsano e alterato da tossine acide.

Ad esempio, se il pH del sangue entra nella fascia bassa del suo range di normalità (~ 7,35-7,45) di un semplice .10 di differenza, potrebbe ridurre i livelli di ossigeno nel sangue di ben il 300%. L'ossigeno è ovviamente la chiave per tutta la vita - ed essenziale per molti processi biochimici. E questo è nel sangue, dove il pH omeostasi e livelli di ossigeno sono più critici che altrove.

Immaginate cosa accade in altri organi quando sono carichi di acidi… le normali reazioni chimiche che coinvolgono l'ossigeno diventano quasi impossibili! 

Le reazioni chimiche che si svolgono in un ambiente ricco di ossigeno sono chiamati processo-aerobico.
 Quando i processi aerobici non sono possibili il corpo impiega un meccanismo alternativo, detto anaerobico - senza l’uso di aria o ossigeno.

Questi sistemi alternativi anaerobici possono mantenerci in vita, spesso per decenni.

Ma vivo non è la stessa cosa di sano! 

Il miglior esempio per capire che qualcosa sta andando male a livello cellulare, è proprio quando il corpo è costretto ad entrare in fase di emergenza tramite la modalità di sopravvivenza anaerobica per produrre energia, tramite una sostanza chiamata ATP

Una molecola di fondamentale importanza, secondo solo al DNA, ATP (adenosina trifosfato) è l'energia principale di tutte le cellule viventi, è il composto ad alta energia più diffusa all'interno del corpo umano! Questa piccola molecola viene utilizzato da ogni cellula per costruire molecole complesse, muovere i muscoli, generare impulsi nervosi e praticamente mantenerci in vita.

Tutti gli organismi da i più semplici batteri, fino a gli esseri umani, utilizzano ATP come fonte primaria di energia.

Le sostanze nutritive che assumiamo tramite il cibo non hanno abbastanza energia per poter essere utilizzate direttamente dalle nostre cellule.
 L'energia delle sostanze nutritive è intrappolata in legami covalenti a basso consumo energetico che devono essere trasformati in legami ad alto contenuto energetico - che è quello che fa l’ATP.

Questo processo è chiamato respirazione cellulare - il rilascio controllato di energia sotto forma di ATP da composti organici nelle cellule. Ci sono due tipi di respirazione cellulare, aerobica (con ossigeno) ed anaerobica (senza ossigeno). Non a caso, ci sono anche due tipi di reazioni chimiche, ossidazione e riduzione, che possono anche essere chiamati alcaline e acide - ecco la connessione!

Alcalina e acida, ossidazione e riduzione - queste reazioni chimiche sono al centro della respirazione cellulare. Si verificano sempre insieme - una sostanza viene ossidata e un’altra si riduce. Una sostanza cede la sua “elettroni / energia” (alcalino), l'altro ruba “elettroni / energia” (acido).

Una sana respirazione cellulare aerobica utilizza l’ossidazione.

Il sistema di “emergenza” (quando le cellule non hanno abbastanza ossigeno a causa di una situazione acida senza ossigeno sufficiente), utilizza riduzione.

In cellule sane, l’energia viene rilasciata dal FRUTTOSIO (una forma di zucchero) mediante ossidazione, che produce lentamente ATP.

Nel processo di emergenza, che fa parte del meccanismo di sopravvivenza del nostro corpo, viene rilasciata un’energia meno efficiente ma istantanea, attraverso una reazione di riduzione “tipo-acido” chiamata idrolisi.

L'idrolisi è molto meno efficiente, rilasciando solo piccole quantità di energia ma in modo rapido, questo sistema alternativo di produzione di ATP è stato progettato per situazioni di emergenza, come quando si scappa inseguiti da un leone! Tuttavia, questo produce solo il 10% dell'energia rispetto alla normale ossidazione del glucosio.

La sana e naturale ossidazione del glucosio (meglio, fruttosio) in realtà è circa 16 volte più efficiente nel creare ATP, ma richiede ossigeno, tra le altre cose, e molto più tempo.

Quando l'ossigeno non è disponibile, un processo chimico coinvolto nella produzione di ATP chiamato ciclo di Krebs si ferma. Il ciclo di Krebs è fondamentale per la sana ed efficiente produzione di ATP. Fermare il ciclo di Krebs significa che le cellule non possono trasportare elettroni o energia in modo normale.

Invece, le cellule in situazione di carenza di ossigeno ricorrono al sistema di emergenza, l'idrolisi, che non è solo inefficiente, ma crea prodotti collaterali come l'alcool etanolo e anidride carbonica - che sono ovviamente tossici! 
(e acidificanti).

Questo è anche il modo in cui per superare la carenza di ossigeno, organismi unicellulari come i batteri anaerobici prosperano in ambienti malsani che ucciderebbero altri organismi.
Ciò che funziona per i batteri anaerobici, tuttavia, è esattamente l'opposto di ciò che funziona bene per il nostro corpo sano!

Purtroppo la maggior parte di noi si è adeguata e abituata a utilizzare il “modulo di emergenza” inefficiente a rapida produzione di ATP. Praticamente tutto il tempo, perché la maggioranza delle persone in tutto il mondo non mangia altro  che cibi cotti, acidificanti, trasformati, etc. …e questo per tutta la vita!

La maggioranza vive e dipende da quello che dovrebbe essere un meccanismo di sopravvivenza a breve termine che non potrà mai creare abbastanza energia per mantenerci in salute.

Quindi siamo sempre stanchi, sempre affamati, sempre alle prese con un sistema immunitario indebolito e sempre inconsciamente in uno stato di coscienza da sopravvivenza. Il cervello è costantemente attivo nel comunicare al corpo che è in modalità di sopravvivenza - che manco a dirlo non porta certo ad un senso di salute, di benessere, di compassione e felicità!

Ottenere energia in questo modo anaerobico, povero di ossigeno, provocato da un’alimentazione acidificante, significa ammalarsi, morire prima e vivere infelici.

E non è solo ciò che si mangia - l'aria che si respira, l'acqua che si beve, l'energia elettromagnetica tutto intorno a te, le radiazione ionizzanti e altro. Siamo tutti esposti a situazioni acidificanti e anche se non possiamo controllare la maggior parte di esse è possibile controllare la più importante: ciò che si mette in bocca.

In realtà, l'unica cosa che si può fare per evitare una situazione acidificante è quello di consumare la maggior parte di alimenti ricchi di ossigeno e alcalinizzanti. Quindi mangiare frutta (tranne la frutta acida che è il cibo più cancerocinetico al mondo http://edizionisicollanaexoterica.blogspot.it/2014/08/frutta-acida-agrumikiwiananas-tramite.html ) e verdura, fresche e crude.

In effetti, potrebbe essere l'unica cosa veramente utile, che possa avere un impatto drammatico sulla qualità della nostra vita e la nostra salute!

Dopo quasi sei anni di alimentazione naturale a base di frutta, posso confermare che tali teorie corrispondono a verità. (Ciò conferma anche tutto quello che abbiamo scritto nel libro “La Frutta che Paradiso”).


Per i medici che volessero documentazione ufficiale in merito,
ecco due link a PubMed.

articoli sull'acidificazione





Per chi volesse approfondire:
◦ Behe, Michael. 1996. Darwin’s black box: The biochemical challenge to evolution. The Free Press. NY
◦ Darnell, James, Harvey Lodish, and David Baltimore. 1996. Molecular cell biology, 3rd edition.
◦ W.H. Freeman. New York. Goodsell, David S. 1996. Our molecular nature. Springer-Verlag. NY.
◦ Hickman, Cleveland P. 1997. Integrated principles of zoology, 10th edition. William C. Brown/McGraw Hill. New York.
◦ Hickman, Cleveland P., Larry Roberts, and Allan Larson. 1997. The biology of animals, 7th edition. William C. Brown/McGraw Hill. New York.
◦ Hoagland, Mahlon and Bert Dodson. 1995. The way life works. Random House. New York.
◦ Jensen, Marcus, Donald Wright, and Richard Robinson. 1997. Microbiology for the health sciences, 4th edition. Prentice-Hall. Upper Saddle River, NJ.
◦ Kornberg, Arthur. 1989. For the love of enzymes. Harvard University Press. Cambridge, MA.
◦ Lim, Daniel. 1998. Microbiology, 2nd edition. William C. Brown/McGraw Hill. NY.
◦ Mader, Sylvia. 1996. Biology, 6th edition. William C. Brown. Dubuque, IA.
◦ McMurry, John and Mary Castellion. 1996. Fundamentals of general, organic, and biological chemistry, 2nd edition. Prentice Hall. Upper Saddle River, NJ.
◦ Ritter, Peck. 1996. Biochemistry, a foundation. Brooks/Cole. Pacific Grove CA.
◦ Talaro, Kathleen and Arthur Talaro. 1993. Foundations in microbiology.
◦ William C. Brown. Dubuque, IA. Trefil, James. 1992. 1001 Things everyone should know about science. Doubleday. NY.
◦ Vogel, Gretchen. 1998. Did the first complex cell eat hydrogen? Science 279: 1633-1634.


Nessun commento:

Posta un commento